Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Roma, incendio del Ponte dell'Industria probabilmente divampato dalle baraccopoli

© REUTERS / Vigili del FuocoRoma, incendio al Ponte dell'Industria a Ostiense
Roma, incendio al Ponte dell'Industria a Ostiense - Sputnik Italia, 1920, 03.10.2021
Seguici su
Per determinare con certezza le cause del rogo, tuttavia, sarà necessario attendere la relazione tecnica dei vigili del fuoco.
Il rogo che questa notte ha interessato il Ponte dell'Industria, a Roma meglio conosciuto come Ponte di Ferro, sarebbe divampato dalle baraccopoli situate sotto la storica struttura capitolina, così come avvenuto già nel 2013 in un altro incidente simile.
E' questa la principale ipotesi, in attesa della relazione tecnica dei vigili del fuoco, che dovrebbe arrivare nelle prossime ore.
Prima le sterpaglie, poi i cavi elettrici e alcune tubature del gas poi, avrebbero contribuito infatti ad alimentare l'incendio, che si sarebbe poi propagato fino alla struttura principale.
La Procura di Roma è in attesa di una prima informativa dalle forze dell’ordine in relazione all'incidente e poi i magistrati procederanno all’apertura di un fascicolo di indagine.

Brusche deviazioni al traffico e disservizi

L'incendio al Ponte di Ferro è destinato però ad avere ripercussioni a breve e a lungo termine sul traffico romano: la struttura infatti collega i due quartieri Marconi e Ostiense.
Stando a quanto trapelato finora, il Ponte è destinato a rimanere chiuso per diversi mesi, così come resteranno interdette le banchine del fiume Tevere e la pista ciclabile nel tratto in prossimità della struttura.
“Siamo qui dalle due di stanotte. Otto ore di rilievi. È caduta una passerella laterale che porta i cavi della corrente e dell’acqua. Ora partiranno le indagini sui materiali. Il sopralluogo non è terminato”, hanno indicato a Lapresse i tecnici del dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana del comune di Roma.
Situazione meno grave per quanto riguarda le utenze di luce e gas che, stando a quanto si apprende, sono state invece rialimentate già nel corso della notte.
La società Areti ha provveduto alle operazione, dopo che molti abitanti della zona erano rimasti senza elettricità e gas.
Da parte sua Italgas ha confermato che in seguito alle "verifiche condotte già nelle prime ore della mattinata, le condotte del gas che corrono lungo il ponte di ferro all’Ostiense, prontamente isolate chiudendo le valvole a monte e a valle, non hanno subito danni dall’incendio né lo hanno alimentato".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала