Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Algeria chiude lo spazio aereo ai caccia militari francesi

© REUTERS / Jean-Paul PelissierFlight deck crew work around a Rafale (L) and a Super Etendard fighter jets as a French flag flies aboard the French nuclear-powered aircraft carrier Charles de Gaulle before its departure from the naval base of Toulon, France, November 18, 2015
Flight deck crew work around a Rafale (L) and a Super Etendard fighter jets as a French flag flies aboard the French nuclear-powered aircraft carrier Charles de Gaulle before its departure from the naval base of Toulon, France, November 18, 2015 - Sputnik Italia, 1920, 03.10.2021
Seguici su
La mossa arriva in seguito all'inasprimento delle tensioni fra i due Paesi, che hanno portato Algeri a richiamare il proprio ambasciatore a Parigi.
L'Algeria chiude i cieli agli aerei militari dalla Francia, secondo quanto riferiscono alcuni media nazionali citando un portavoce militare francese.
"Questa mattina, quando abbiamo presentato i piani di volo per due aerei, abbiamo appreso che gli algerini avevano interrotto i voli sul loro territorio per gli aerei militari francesi", ha detto all'Afp il colonnello francese Pascal Ianni.
Il portavoce militare francese aggiunge che la decisione, tuttavia, non ha alcun impatto sulle loro operazioni o missioni di intelligence, anche se sono stati necessari alcuni aggiustamenti nella regione del Sahel in Africa occidentale.
Nell'ambito dell'Operazione Barkhane, condotta contro i gruppi miliziani islamisti nell'Africa Occidentale, i caccia francesi entrano frequentemente nello spazio aereo algerino.

Tensioni tra Francia e Algeria

Le relazioni tra i due paesi sono peggiorate dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che l'Algeria è governata da un "sistema politico-militare". Inoltre ha espresso alcune considerazioni storiche, sostenendo che l'ex colonia ha "totalmente riscritto" la sua "storia ufficiale", che adesso non si basa più sulla "verità", ma piuttosto "su un discorso di odio verso la Francia”.
Queste dichiarazioni sono state immediatamente bollate dall'Algeria come un'ingerenza nei suoi affari interni e come "un affronto intollerabile" agli algerini, che hanno combattuto contro il colonialismo francese.
“I crimini della Francia coloniale in Algeria sono innumerevoli e corrispondono alle definizioni più rigorose di genocidio”, ha affermato la presidenza algerina.
La decisione francese di limitare i visti per i cittadini algerini, insieme a quelli di Tunisia e Marocco, ha esacerbato le tensioni, spingendo Algeri a richiamare l'ambasciatore a Parigi.
La Francia ha motivato la decisione sostenendo di percepire una mancanza di cooperazione da parte delle tre nazioni sul tema dell'emigrazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала