Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Disney Store: l'e-commerce manda a casa i 22 dipendenti di Napoli

Disney Store Italia - Sputnik Italia, 1920, 03.10.2021
Seguici su
Il negozio di via Toledo lunedì chiuderà per sempre le saracinesche. La società si disimpegna dalla Campania per puntare sulle vendite on line. Quasi tutte donne over 45 che da domani saranno senza lavoro. Stessa sorte per il punto vendita di Marcianese (Caserta).
Topolino lascia Napoli e migra sul web: domani, lunedì 4 ottobre, si abbasseranno per l'ultima volta le saracinesche del Disney Store di via Toledo. La società ha deciso di puntare sulle vendite on line e si disimpegna, lasciando a casa 22 dipendenti che da domani resteranno senza lavoro.
Sono quasi tutte donne over 45 le lavoratrici del punto vendita partenopeo, che per salutare i clienti e un luogo tanto amato dai bambini, domani alle 17 hanno organizzato una festa d'addio. Prima della pandemia il negozio accoglieva anche 600.000 clienti l'anno.
C'è amarezza nelle parole che i dipendenti rivolgono ai giornalisti. Oltre alla preoccupazione per il futuro c'è il rammarico per l'assenza delle istituzioni, che non si sarebbero interessate della vicenda.
"Non abbiamo sentito nessuna parola di solidarietà né del sindaco né del presidente della Regione forse se ci fosse stato un negozio a Salerno lo avremmo sentito, chissà si sarebbe battuto per noi...", dichiara un lavoratore a Repubblica.
La stessa sorte tocca ai 16 dipendenti del punto vendita di Marcianise, nel casertano. La messa in liquidazione è stata comunicata dalla società ai sindacati lo scorso 19 maggio.

La dismissione di Disney in Italia

Disney lascia l'Italia ed emigra sul web: la decisione di puntare sull'e-commerce arriva dopo il lungo periodo di lockdown e crisi delle vendite dovuto alla pandemia di Covid-19.
La dismissione dei punti vendita, però, non è dettata dall'emergenza sanitaria ma risponde, piuttosto, ad un cambiamento di strategia aziendale che comporterà il passaggio a un modello di business incentrato sull’e-commerce.

Il futuro dei dipendenti Disney

Nei 15 Disney Store dislocati su tutto il territorio italiano sono occupati 230 dipendenti. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, UIltucs, hanno siglato un'intesa al ministero del Lavoro con la direzione aziendale per il passaggio dei lavoratori del marchio statunitense alle dipendenze di D-Retail S.r.L. Lo si apprende da una nota sindacale pubblicata in data 1 ottobre 2021.
L'accordo troverà applicazione per un minimo del 70% dell’attuale organico Disney (pari a 224 lavoratori), ossia 156 lavoratori, “con una oscillazione del 10%”, che accetteranno formalmente il passaggio senza soluzione di continuità e con conseguente mantenimento dell'anzianità convenzionale, retribuzione, livello e ogni elemento del proprio rapporto di lavoro a far data dal 1° novembre 2021.
D-Retail S.r.L è una società interamente controllata dal Gruppo Percassi, noto gruppo italiano che opera nel Retail commerciale, anche in formula franchising, presente nel Paese con 125 negozi e con altri punti vendita nel sud Europa in Francia, Spagna, Grecia e Portogallo.
Entro il 6 ottobre, per esigenze organizzative, il Gruppo Percassi richiede la verifica della percentuale di adesione. Decorso tale termine la disponibilità si intenderà non più vincolante.
Inoltre Disney Store, in virtù di un ulteriore accordo, riconoscerà ai lavoratori che non transiteranno al Gruppo Percassi, un incentivo all’esodo di 13 mensilità lorde oltre ad un ulteriore importo, destinato anche ai lavoratori che accetteranno il passaggio, pari a € 3.000,00 a titolo di corrispettivo per la rinuncia nei confronti della società e del Gruppo Disney.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала