Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

PWC offre ai suoi dipendenti di lavorare da casa, ovunque negli Stati Uniti

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaDonna in smart working
Donna in smart working - Sputnik Italia, 1920, 02.10.2021
Seguici su
È la prima delle Big Four della consulenza aziendale che segue l’esempio delle compagnie della Silicon Valley. I dipendenti potranno scegliere anche una versione “ibrida” o restare in presenza. Lo stipendio verrà adeguato in base al costo della vita.
Continuare a lavorare da casa, istituzionalizzando il lavoro da remoto, lo smart working, il lavoro agile, o rientrare in presenza in ufficio?
Il colosso della revisione contabile e della consulenza PwC ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e ha offerto a 40.000 dei suoi 55.000 dipendenti negli Stati Uniti di scegliere.
La società è la prima tra le cosiddette Big Four della consulenza, insieme a Deloitte, EY e Kpmg, che offre questa opportunità: lavorare in remoto, da qualsiasi parte desiderino del Paese.
Unica clausola: lo stipendio potrebbe esser adeguato in base al costo della vita del luogo dove si decide di abitare.
Una strategia già utilizzata da Facebook, Twitter, Microsoft e Google. Sono poche le società del ramo che non utilizzano questo metodo, tra queste Reddit e Zillow, che hanno una politica di lavoro da remoto, in ogni parte degli Stati Uniti.
Secondo il Financial Times che riporta la notizia, la mossa di PwC provocherà la reazione delle altre Big Four, perché la flessibilità sul lavoro è diventato uno degli elementi per attrarre i talenti del settore.

Opzioni adattabili e da verificare in un anno

La compagnia ha annunciato a Cnbc, che coloro che non hanno contatto con il pubblico, che lavorano nel settore legale, risorse umane o amministrativo potranno usufruire dell’opzione da remoto.
È possibile anche scegliere una combinazione ibrida, con tre giorni al mese in ufficio per coloro che devono incontrare clienti o partecipare a riunioni chiave.
Infine, per il ramo di supporto IT e per i servizi di front office, l’offerta non è valida e la società richiede che si continui a lavorare in ufficio.
Dopo l’annuncio, ha spiegato ancora PwC, i dipendenti hanno due settimane per far sapere ai propri responsabili l’opzione che sceglieranno. La società poi valuterà il modello di lavoro entro giugno dell’anno prossimo e darà un giudizio “almeno a un anno” dall’entrata in vigore.
Secondo una portavoce dell'azienda l'aspettativa è che un 30-35% della forza lavoro possa aderire a questa nuova politica.
Per quanto riguarda l'Italia, invece, PwC manterrà una "alternanza lavoro da remoto e lavoro in sede fino al 2023, con capienza in sede del 60%".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала