Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tasse anche sulle mance: per la Cassazione sono redditi da lavoro

tasse
tasse  - Sputnik Italia, 1920, 01.10.2021
Seguici su
Sebbene le mance non siano elargite dal datore di lavoro, derivano dall'attività lavorativa, pertanto sono assimilabili al reddito da lavoro dipendente, secondo l'interpretazione dei giudici.
Le mance sono una parte di reddito che ha origine da un rapporto da lavoro dipendente e pertanto vanno sottoposte a tassazione. Lo stabilisce la Corte di Cassazione, con una decisione che pone fine alla controversia giudiziaria tra l'Agenzia dell'Entrate e il lavoratore di un hotel, che si era visto contestare l'evasione fiscale per l'omissione della somma percepita in regalia in sede di dichiarazione dei redditi.
L'interpretazione dei giudici ermellini, leggi alla mano, poggia il suo fondamento sulla definizione di reddito da lavoro dipendente, inteso nell'articolo 51 del Testo unico delle imposte sui redditi, non come l'esclusiva retribuzione del datore di lavoro, ma, secondo una nozione onnicomprensiva, come "tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d'imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro".

In base a questa definizione, le mance costituiscono una componente del reddito da lavoro autonomo che forma l'imponibile ai fini della determinazione dell'Irpef.

La vicenda giudiziale

La sentenza 26512, depositata ieri dalla Corte di Cassazione, dà ragione all'Agenzia delle Entrate nel ricorso contro il capo del ricevimento di un Hotel da cinque stelle della Costa Smeralda. Secondo il fisco, il lavoratore aveva omesso di dichiarare il reddito derivante dalle mance percepite durante l'anno di imposta, equivalente ad 84mila euro.
La Commissione tributaria regionale aveva dato ragione al lavoratore dipendente, con la motivazione che le regalie, non essendo versate dal datore di lavoro, non possono costituire reddito da lavoro dipendente.

La decisione della Cassazione

La Corte di Cassazione ha ribaltato la sentenza della giudice regionale, stabilendo che "in tema di reddito da lavoro dipendente, le erogazioni liberali percepite dal lavoratore dipendente, in relazione alla propria attività lavorativa, tra cui le cosiddette mance, rientrano nell’ambito della nozione onnicomprensiva di reddito fissata dall’articolo 51, primo comma, del Dpr 917/1986, e sono pertanto soggette a tassazione".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала