Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Finlandia, studio rivela: immigrati sovrarappresentati nelle statistiche sui crimini sessuali

© Foto : PixabayViolenza sessuale - immagine metaforica
Violenza sessuale - immagine metaforica - Sputnik Italia, 1920, 01.10.2021
Seguici su
Nelle statistiche sui reati sessuali, la quota di persone nate all'estero è aumentata negli ultimi anni, secondo un recente studio commissionato dal governo di Sanna Marin, in un mondo che è molto più che proporzionale rispetto alla percentuale degli immigrati nel Paese.
Nel loro nuovo studio di 148 pagine basato su ricerche, registri, raccolte dati, sondaggi sulla delinquenza giovanile e materiale per interviste, il Finnish Youth Research Network e l'Istituto di Criminologia e Politiche Legali (Krimo) dell'Università di Helsinki hanno esaminato i rischi legati al background sociale correlato ai reati sessuali e i fattori che li influenzano.
È stato osservato che, nel 2020, quasi il 38% dei sospettati di stupro nel Paese scandinavo erano nati all'estero, i quali tuttavia rappresentano solo il 7% della popolazione della Finlandia, che ha 367.000 immigrati di prima generazione su 5,5 milioni di abitanti.
Lo studio ha inoltre stabilito che le persone nate all'estero erano sovrarappresentate anche nelle statistiche sugli abusi sessuali su minori e che tale sproporzione sarebbe in progressione.
Luciana Lamorgese, ministra dell'Interno - Sputnik Italia, 1920, 25.09.2021
Lamorgese: il patto Ue sui migranti contiene punti "inaccettabili"
Dal 2011 al 2020, il 27% di tutti i sospettati di stupro era nato all'estero, mentre la percentuale per i sospettati di abusi sessuali su minori era del 15%. Al contrario, la quota di immigrati di seconda generazione responsabili di reati sessuali è risultata molto più coerente con la loro quota di popolazione, che si aggira a poco più dell’1%.
Per quanto riguarda i fattori che influenzano questo comportamento, gli autori dello studio hanno messo in evidenza il basso status e il disagio sociale, come nel caso della criminalità in generale. Gli autori spesso prendono di mira persone tossicodipendenti o altrimenti vulnerabili, afferma lo studio.
È stato inoltre osservato che gli abusi sessuali sui bambini sono principalmente crimini commessi da giovani uomini, spesso loro stessi minori. Allo stesso tempo, è stato sottolineato che lo svantaggio sociale da solo non può spiegare una tale sovrarappresentazione specifica per gli immigrati.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала