Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Expo Dubai ai blocchi di partenza: sostenibilità, resilienza e connessione tra popoli

© Foto : Padiglione ItaliaPadiglione Italia a Expo Dubai 2020
Padiglione Italia a Expo Dubai 2020 - Sputnik Italia, 1920, 30.09.2021
Seguici su
Rimandata per la pandemia, la prima esposizione universale in un Paese arabo prende il via stanotte con una mega inaugurazione. Duecento padiglioni per 192 Paesi da tutto il mondo. Il Padiglione Italia è già stato premiato come miglior progetto imprenditoriale.
Una grande festa nella notte di oggi darà il via ai sei mesi di Expo Dubai 2020. Dall’1° ottobre al 31 marzo milioni di visitatori sono attesi nella città degli Emirati Arabi Uniti per la prima Esposizione universale che si svolge in un Paese arabo.

In tutto, parteciperanno 192 Paesi di tutto il mondo e ci saranno 200 padiglioni da visitare, sotto l’unico tema 'Connecting Minds, Creating the Future'.

L’obiettivo dell’Esposizione di Dubai, rinviata a causa del Covid di un anno, è quella di creare connessioni e opportunità per far sbocciare il potenziale dei singoli e delle comunità e per creare un futuro migliore nel campo della sostenibilità, della mobilità, delle risorse ambientali e di quelle energetiche.
Nella Wasl Plaza stasera sarà Andrea Bocelli ad aprire l’Expo, insieme alla popstar britannica Ellie Goulding, al pianista cinese Lang Lang, al cantante emiratino Ahlam Al Shamsi e alla libanese-americana Mayssa Karaa. Ospiti che, con la loro presenza, fotografano un’unione tra popoli e continenti.
Sarà “la festa più grande del mondo”, secondo la ministra della Cultura Noura Al Kaabi, commissario del padiglione nazionale degli Emirati Arabi Uniti.

Il Padiglione Italia: “La bellezza unisce le persone”

Tra i 200 padiglioni che si potranno visitare a Dubai c’è anche quello italiano, che si candida a ospitare 25mila visitatori al giorno, cinque milioni da domani al 31 marzo. Si trova vicino a quelli di India, Germania, Arabia Saudita, Giappone e Stati Uniti.
Un progetto che fa della bellezza, del saper fare italiano, della sostenibilità e del riuso i suoi punti di forza.
Il padiglione, che occupa 3.500 metri quadrati per 27 metri di altezza, ha impiegato materiali sostenibili, plastica riciclata, fondi di caffè e tre scafi di nave rovesciati per costruire il tetto.
Un ambiente progettato da Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria, che parla di Rinascimento italiano, con la replica in 3D del David di Michelangelo che troneggia nel 'Teatro della Memoria' e che parla di futuro, il tutto immerso nella “Bellezza”, altra parola chiave del Padiglione Italia.
“Il Gemello del David è esempio di diplomazia culturale, unendo i poli opposti del nostro progetto: la memoria storica rappresentata in questo caso da Michelangelo e il futuro offerto da tecnologie molto avanzate”, ha dichiarato Paolo Glisenti, Commissario per la Partecipazione dell’Italia all’Expo 2020 Dubai.
“Ma il David è anche messaggero di speranza, rappresentando lo sguardo sul futuro: oltre il male. Un futuro, quindi, nel quale l'Italia può giocare un ruolo decisivo a partire proprio da questo Expo a Dubai, il primo evento globale dopo la fase più acuta della Pandemia", ha aggiunto.
Altro elemento sono i tre scafi di barca a vela rovesciati, tre gusci con la bandiera dell’Italia. Al loro interno tutti gli elementi dello slogan del Padiglione: “La Bellezza unisce le persone”.

Il racconto del saper fare italiano

Tutto il racconto del Padiglione è stato immaginato come il viaggio di uno sguardo nella bellezza italiana: dal cinema al teatro, dai paesaggi alle imprese più innovative, dalle tecnologie d'avanguardia alla sostenibilità.

Il racconto è stato costruito dal premio Oscar Gabriele Salvatores partendo del “Belvedere”, il luogo da cui si vede il bello, con una finestra circolare sui territori del Paese, con proiezioni a 360 gradi dei paesaggi italiani più suggestivi.

E poi, all’uscita su grande schermo elettronico, il film di Salvatores, il Saper fare italiano, che racconta le Regioni italiane e le loro eccellenze.
Il Padiglione Italia è stato premiato durante i Construction Innovation Awards come miglior progetto imprenditoriale dell'anno.
“La ‘casa’ è stata pensata come uno spazio non solo espositivo, ma rappresentativo del migliore ingegno italiano, per offrire una memorabile esperienza ai visitatori e presentare al mondo competenze, talenti e ingegni multidisciplinari che possano diventare promotori di nuove opportunità formative, professionali e imprenditoriali” è la motivazione del premio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала