Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Clima, Papa Francesco: "Visione dei giovani capace di mettere in crisi il mondo degli adulti"

© Sputnik . Vladimir Astapkovich / Vai alla galleria fotograficaPapa Francesco
Papa Francesco - Sputnik Italia, 1920, 30.09.2021
Seguici su
Il Romano pontefice si è rivolto ai giovani che partecipano alla Youth4Climate: Driving Ambition.

"Desidero ringraziarvi per i sogni e i progetti di bene che voi avete e per il fatto che vi preoccupate tanto delle relazioni umane, quanto della cura dell’ambiente. Grazie".

Con queste parole Papa Francesco ha voluto esprimere la propria vicinanza ai giovani impegnati al Seminario sulla promozione di un'educazione sostenibile, organizzato nell'ambito della Copresidenza italo-britannica della Cop26 per la Youth4Climate: Driving Ambition in corso a Milano.
Il Pontefice ha sottolineato che quella dei giovani è una "visione capace di mettere in crisi il mondo degli adulti, poiché rivela il fatto che non solo siete preparati all’azione, ma siete anche disponibili all’ascolto paziente, al dialogo costruttivo e alla comprensione reciproca".

Situazione drammatica per il nostro pianeta

Per il pontefice, è "drammatica" la situazione in cui versa "la salute del nostro pianeta":

"Non c’è più tempo per aspettare, bisogna agire. Ogni strumento che rispetti i diritti umani e i principi della democrazia e dello stato di diritto, valori fondamentali del Consiglio d’Europa, può risultare utile per affrontare questa sfida globale", ha affermato Papa Bergoglio.

Francesco ha incoraggiato le giovani generazioni "a portare avanti il lavoro per il bene dell'umanità" e "a unire gli sforzi mediante un’ampia alleanza educativa per formare generazioni salde nel bene, mature, capaci di superare le frammentazioni e di ricostruire il tessuto delle relazioni di modo che possiamo giungere a un'umanità più fraterna".

Il presente che costruisce il futuro

Papa Bergoglio si è quindi soffermato sul ruolo dei giovani, che ha definito coloro "che stanno costruendo oggi, nel presente, il futuro".
Secondo il Papa, in questo senso, c'è bisogno di "un reale cambiamento di rotta, di una nuova coscienza del rapporto dell’essere umano con sé stesso, con gli altri, con la società, con il creato e con Dio".
Francesco ha messo, però, in guardia l'uomo, che "si pensa come il signore dell'universo" e ha sottolineato come esistano dei "doveri", delle "responsabilità" verso le generazioni future.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала