Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Monsignor Paglia: no alle scomuniche o alle denunce dei cattolici no-vax

© Sputnik . Eliseo BertolasiMilano, manifestazione contro il Green Pass
Milano, manifestazione contro il Green Pass - Sputnik Italia, 1920, 29.09.2021
Seguici su
Monsignor Vincenzo Paglia preferisce il dialogo alle scomuniche e, in questo caso, si riferisce ai no-vax e, in particolare, ai no-vax cattolici che frequentano le chiese. Con loro bisogna dialogare, afferma.

“Eviterei denunce o scomuniche in famiglia. Mi affiderei alla saggia responsabilità”, è la posizione del presule che si riferisce, ad esempio, al caso della suora no-vax denunciata pubblicamente dal fratello medico.

Paglia ribadisce che, sui vaccini, la Pontificia Accademia per la Vita si è sempre appellata alla “responsabilità: non abbiamo mai parlato di obbligo vaccinale”, ha detto come riporta l’Adnkronos.

Il vescovo mette in guardia i cattolici e dice di stare “attenti a non vivere in una mentalità complottista”, e, inoltre, sottolinea che “di fronte alla cultura del sospetto è più che mai necessario favorire la conoscenza”.

La necessità, per il vescovo, è “di aiutarsi nella formazione. In questo tempo non semplice, la scienza non è dogmatica”.
Suora - Sputnik Italia, 1920, 02.09.2021
Camice contro velo: il vaccino anti-Covid divide fratello e sorella nel Vicentino
Certamente mons. Paglia si augura che ci sia sempre “rispetto delle leggi e anche di quelli che non possono vaccinarsi contro il Covid”.
Insomma, per sua eccellenza, con chi non fa il vaccino e protesta chiede che si applichi “sempre dialogo, la sostanza della vera democrazia”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала