Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ecuador: nuovo scontro tra bande in carcere, 30 morti e 47 feriti - Foto

Carcere - Sputnik Italia, 1920, 29.09.2021
Seguici su
Almeno 30 detenuti deceduti e 47 feriti è il bilancio di un nuovo scontro tra bande in una prigione di Guayaquil, nell'Ecuador occidentale, secondo l'ufficio del procuratore del paese. Doveva essere una festa di compleanno del capo di una delle due fazioni.
"La Procura ha avviato un'indagine sulla morte di 30 detenuti, durante gli scontri di ieri pomeriggio nel Penitenziario di Litoral, a Guayaquil, che hanno provocato anche il ferimento di 47 detenuti", ha detto l'istituzione tramite un tweet riportato in calce:
In precedenza, il Servizio nazionale per l'attenzione nei riguardi dei detenuti (SNAI) aveva parlato di 24 prigionieri morti, ma il conteggio è salito a 30.
Il quotidiano El Universo ha detto che sul totale dei morti, cinque sono stati decapitati.
Intorno alle 9:30 di ieri è stato attivato lo stato di allerta nell'istituto ​​carcerario, in seguito ad alcuni colpi di arma da fuoco e ad esplosioni in diversi settori dell'istituto di detenzione a causa di scontri tra bande criminali, secondo la SNAI.
L'operazione militare e di polizia dispiegata è riuscita a riprendere il controllo del carcere solo cinque ore dopo l'inizio degli scontri.
La polizia nazionale ha riferito che lo scontro è avvenuto quando i detenuti dei padiglioni otto e nove, dove si trovavano membri delle bande chiamate Los Lobos e Tiguerones, hanno cercato di entrare in altri padiglioni, occupati da membri della banda Chone Killer.
Il comandante della polizia della zona otto, Fausto Buenaño, ha sottolineato che gli eventi più violenti si sono verificati nel padiglione numero cinque, in cui sono stati trovati cadaveri di persone cadute sotto i colpi di armi da fuoco e di granate.
Tutto era cominciato con la decisione di una banda di reclusi, Los Choneros, di festeggiare il compleanno di uno dei propri capi, usando l'occasione per rivendicare il controllo su tutto il carcere. Ciò, si apprende dal portale di notizie Primicias, ha suscitato l'ira dei membri di altre due bande, i Los Lobos e i Tiguerones, che hanno aperto il fuoco nei rami 8 e 9 del carcere.
Ingenti forze di polizia hanno circondato da subito l'edificio per evitare fughe di massa, riuscendo a riprendere il controllo della situazione solo dopo svariate ore.
I media locali hanno riferito che, intorno alle 11:00 di ieri, sono stati registrati incidenti anche in un altro carcere, situato non lontano da La Guayas.
Gli incidenti nelle carceri ecuadoriane sono ricorrenti e finora, nel 2021, si sono registrati i peggiori massacri.
A febbraio, almeno 79 prigionieri sono stati uccisi in disordini simultanei in quattro carceri, che concentrano circa il 70% dell'intera popolazione carceraria dell'Ecuador, in cui i detenuti sono stati crudelmente assassinati per mano dei loro stessi compagni.
Nel Paese la crisi carceraria è iniziata nel 2018, in una continua escalation di violenza. Durante una perquisizione nella prigione di Guayaquil, la polizia ha trovato armi da fuoco, granate, telefoni cellulari e perfino dinamite ed ordigni improvvisati.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала