Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Umiliati come mai prima d'ora": Trump commenta le migliaia di migranti lasciate entrare negli USA

Donald Trump - Sputnik Italia, 1920, 28.09.2021
Seguici su
L'ex presidente Donald Trump ha rilasciato una dichiarazione molto critica dopo la rivelazione del segretario del Dipartimento per la sicurezza interna, Alejandro Mayorkas, secondo cui domenica scorsa più di 12.000 immigrati illegali haitiani, radunati in un grande accampamento in Texas, sarebbero stati rilasciati e fatti entrare negli Stati Uniti.
Trump, che è sempre stato critico nei confronti delle politiche sull'immigrazione dell'attuale amministrazione, ha reagito con veemenza alle recenti esternazioni del segretario del DHS (Dipartimento per la sicurezza interna), Alejandro Mayorkas, che ha ammesso che migliaia di migranti irregolari sono stati fatti entrare da un campo di prima accoglienza a Del Rio, in Texas, negli Stati Uniti.

In una dichiarazione, citata ieri dal New York Post, l’ex Presidente ha detto che gli Stati Uniti sono "una nazione umiliata come mai prima d'ora".

Affermando che gli immigrati haitiani sarebbero stati rilasciati "senza controlli, ma anche senza una minima idea di chi fossero", ha sottolineato che alcuni di loro potrebbero avere "malattie estremamente contagiose, persino peggiori del virus cinese", riferendosi, apparentemente, alla pandemia COVID-19.
"Non hanno maschere e non sono sottoposti a restrizioni, ma solo lasciati liberi di vagare per tutto il nostro Paese e influenzare quella che solo un anno fa era una grande Nazione. Ora siamo una Nazione umiliata come mai prima, sia dal punto di vista dell’imbarazzo storico, con il ritiro dall’Afghanistan, sia per l’imbarazzo ai nostri confini, da dove milioni di persone si stanno riversando nel paese. La nostra Nazione è al collasso!”, ha detto Trump.
Donald Trump - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Trump ribadisce di aver vinto le elezioni presidenziali del 2020
La controversia sulla difficile situazione al confine meridionale degli Stati Uniti si è intensificata di recente, dopo che Alejandro Mayorkas ha ammesso, in l'intervista a Fox News di domenica, che circa 12.000 immigrati illegali da Haiti sono stati rilasciati negli Stati Uniti a partire dal 9 settembre.
Migliaia di immigrati, per lo più da Haiti, scampati alla crisi politica ed economica e al recente devastante terremoto, avevano iniziato a radunarsi in Texas, vicino al confine tra Stati Uniti e Messico, alla fine del mese scorso. Gli haitiani hanno costruito un accampamento improvvisato sotto un ponte che collega Del Rio in Texas con Ciudad Acuna in Messico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала