Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per il senatore Malan (FdI) il green pass peggio dell'obbligo vaccinale

© Sputnik . Anton DenisovIl visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 28.09.2021
Seguici su
Lucio Malan contesta l'uso del green pass per poter lavorare, ritenendolo "una cosa paradossale" quando nell'articolo 1 della Costituzione è menzionato il lavoro.
Il senatore di Fratelli d'Italia Lucio Malan ha duramente criticato l'uso esteso del green pass, che a partire dal prossimo 15 ottobre dovrà essere esibito per poter lavorare ovunque. Malan ha sostenuto che la certificazione verde è "peggiore" dell'obbligo vaccinale.

"E' quasi peggiore del vaccino obbligatorio questa norma sul green pass, perché ti dice che puoi anche non vaccinarti, ma in quel caso non puoi lavorare, non puoi andare al cinema, non puoi andare a prendere tuo figlio all'asilo nido entrando", le parole di Malan, citato dall'Ansa.

Relativamente alla via di fuga del tampone per chi non vuole vaccinarsi, Malan ha rilevato che è un'alternativa in ogni caso più costosa che in altri Paesi della Ue, come la Germania. Ma il punto cruciale e "paradossale" è che bisogna esibire una certificazione per poter lavorare.
"Il fatto che siamo l'unico Paese ad avere un obbligo di questo genere, nonostante abbiamo nell'art.1 della Costituzione il lavoro, è una cosa paradossale. Abbiamo chiesto in tutti i modi i tamponi gratuiti, ma il governo ha deciso che bisogna creare dei disagi anche fisici per indurre le persone a vaccinarsi come tra l'altro ho detto un ministro di cui non faccio il nome".
Malan ha poi commentato il caso della vicequestore di Roma Nunzia Alessandra Schilirò, salita sul palco della manifestazione 'no green pass' della capitale. Ha contestato l'affermazione secondo cui l'Italia è uno Stato dispotico, ma il senatore ha notato che
"per evitare di diventare uno Stato dispotico bisogna poter essere liberi di dirlo. Se un cittadino ha il diritto di dirlo ha diritto anche di essere dipendente dello Stato. Se è grave per un poliziotto, è grave anche per un insegnante o per un impiegato comunale," aggiungendo di non aver capito l'appello alla disobbedienza civile di Gandhi.
"La disobbedienza civile di Gandhi consisteva anche nell'accettare le conseguenze delle proprie azioni di disobbedienza", ha concluso Malan.
Giorgia Meloni  - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Giorgia Meloni sicura, i veri no-vax sono al governo
Ieri l'ex premier e il leader politico del M5S Giuseppe Conte, rispondendo alle domande di un no-vax durante un comizio elettorale nel torinese, aveva difeso la scelta del governo su green pass, rilevando che "senza vaccinarci mandiamo all'aria i sacrifici di tutti".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала