Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cts autorizza aumento capienza teatri, cinema e stadi. Politici e attori vogliono riapertura al 100%

© Sputnik . Vladimir Astapkovich / Vai alla galleria fotograficaSPIEF 2021: l'orchestra sinfonica del teatro Petruzzelli di Bari si esibisce nel concerto dedicato a medici e volontari di fronte al museo Hermitage di San Pietroburgo
SPIEF 2021: l'orchestra sinfonica del teatro Petruzzelli di Bari si esibisce nel concerto dedicato a medici e volontari di fronte al museo Hermitage di San Pietroburgo - Sputnik Italia, 1920, 28.09.2021
Seguici su
Il Comitato tecnico scientifico (Cts) ha autorizzato il Ministero della Salute ad aumentare la capienza dei luoghi di ritrovo all’aperto, come gli stadi, dal 50% al 75%, mentre nei palazzetti dello sport e nei luoghi al chiuso la capienza passa dal 25% al 50%.
Cinema, teatri e sale da concerto passano, invece, al 100% se sono all’aperto e all’80% se al chiuso.
Non ci sono più restrizioni di numero per i musei, ma tutti saranno tenuti a presentare il green pass, come accade già ora.
Il Cts alla fine cede, dopo le pressioni, durate mesi, da parte del ministro alla Cultura, Dario Franceschini, e dal sottosegretario con delega allo Sport, Valentina Vezzali.
Adesso il governo dovrà decidere i tempi di attuazione delle nuove concessioni fatte dal Cts, adottando un provvedimento di legge. Mercoledì 29 settembre è già in programma un Consiglio dei ministri e, in quella sede, potrebbe rientrare nell’ordine del giorno anche la questione.

La reazione di Salvini

Salvini si è detto contento dell’aumento della capienza, ma ora chiede la riapertura anche delle discoteche e, ospite su Telelombardia, afferma:
“Perché questa sera ci saranno 40mila spettatori allo stadio, mentre 400 persone con green pass non possono andare in un locale da ballo?”, riporta l’Ansa.
Tuttavia, Salvini chiede di “riaprire tutto per tutti” e si domanda che ragionamento scientifico ci sia dietro il 75%: “Perché non il 78,8% allora? Apriamo tutto”.

Michele Placido e gli assembramenti sui treni regionali

Anche l’attore italiano Michele Placido si schiera a favore delle riaperture dei cinema, con capienza al 100%.
“Vorrei invitare il generale Figliuolo a salire su un treno regionale e vedere l’effetto che gli fa. Io l’altro giorno ne ho dovuto prendere uno ed eravamo ammassati l’uno sull’altro come un branco di pecore. Nessuno ci ha chiesto il green pass, nessuno ci ha misurato la febbre, in pochi indossavano la mascherina e rispondevano pure in malo modo ai rari controllori ferroviari”, ha detto Placido, intervistato dal Corriere della Sera.
Fase 2, salumeria a Milano - Sputnik Italia, 1920, 27.09.2021
Covid in Italia: in calo contagi, in lieve crescita ricoveri
Da qui la sua richiesta di riaprire i cinema e i teatri, con capienza al 100%. L'attore non si capacita del fatto che per entrare al cinema e a teatro, luoghi in cui si resta seduti, in silenzio e con la mascherina, serva obbligatoriamente il certificato verde, mentre sui treni regionali, dove c'è assembramento, invece no.
E ammicca all’intenzione di organizzare uno sciopero degli attori, dei registi e delle maestranze dello spettacolo italiano.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала