Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Papa Francesco contro l'aborto: "E' un omicidio"

© AP Photo / Alessandra TarantinoPapa Francesco
Papa Francesco - Sputnik Italia, 1920, 27.09.2021
Seguici su
Secondo il Pontefice, "è diventata un'abitudine bruttissima". Critiche anche all'eutanasia e appello per una sanità gratuita per "superare le disuguaglianze".
Papa Francesco ha stigmatizzato l'aborto senza se e senza ma, paragonandolo ad un omicidio e constatando amaramente che è diventato ormai una cattiva abitudine per risolvere un problema.
"C’è lo scarto dei bambini che non si vogliono ricevere e con quella legge dell’aborto che li uccide e oggi questa è diventata una abitudine ‘normale’, che è bruttissima perché è un omicidio. Per capirlo bene ci aiuti fare una doppia domanda: è giusto fare fuori una vita umana per risolvere un problema? E’ giusto affittare un sicario per affrontare un problema? Questo è un aborto", le parole del Santo Padre durante l'udienza alla Pontificia Accademia per la Vita
Il Pontefice ha inoltre criticato l'eutanasia, parlando anche di "eutanasia nascosta" per gli anziani, che nella società moderna spesso sono considerati "materiale di scarto".

"Gli anziani, sono materiale di scarto perché non servono ma sono la radice di saggezza della nostra civiltà, e questa civiltà li scarta. In tante parti c’è la legge dell’eutanasia nascosta come la chiamo io, quella per cui le medicine sono care e se ne danno la metà soltanto e questo significa accorciare la vita degli anziani. Con questo noi rinneghiamo la speranza che ci fa andare avanti, scartiamo bimbi e anziani".

Il Papa ha poi fatto un appello per una sanità accessibile per tutti, in particolare per quelle persone che non possono permettersi di pagare le cure. L'assistenza sanitaria gratuita è un modo per "superare le disuguaglianze".
"Ci sia sempre un sistema sanitario gratuito per non perdere quel bel sistema sanitario, come per esempio l’Italia, perché al contrario avrebbe diritto alla salute solo chi può pagarla, gli altri no. E questa è una sfida molto grande che aiuta a superare le disuguaglianze".
Ricordiamo che ieri i cittadini della Repubblica di San Marino in un referendum hanno sostenuto la legalizzazione dell'aborto con un'ampia maggioranza. D'ora in poi entro le prime 12 settimane una donna potrà interrompere volontariamente la gravidanza, così come “se c'è un pericolo per la vita della donna o se vi sono anomalie e malformazioni del feto che mettono a serio rischio la salute fisica o psichica della donna”.
Donna incinta - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Aborto: dal cimitero dei feti ai medici obiettori, un sistema contro le donne
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала