Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Morisi indagato per cessione di droga pochi giorni dopo il suo addio alla Lega

Luca Morisi - Sputnik Italia, 1920, 27.09.2021
Seguici su
Indiscrezioni vedono l'ex coordinatore della macchina social di Salvini indagato per possesso e cessione di stupefacenti.
Luca Morisi, fino alle dimissioni date poco tempo fa a capo della macchina di gestione dei social del leader della Lega Matteo Salvini, sarebbe finito nel mirino degli inquirenti per il possesso e la cessione di sostanze stupefacenti, a Verona. Sembrerebbe che in una perquisizione i carabinieri abbiano trovato della droga.
Non si tratterebbe di semplice possesso, i tre giovani fermati infatti dai carabinieri nei giorni scorsi lo avrebbero indicato come loro fornitore. Da qui una accusa ben più grave: quella di aver ceduto a terzi la sostanza stupefacente.
Morisi aveva abbandonato improvvisamente il suo ruolo il 23 settembre scorso per apparenti motivi familiari.

"Non c’è un problema politico, ma ho solo bisogno di staccare per un po'", aveva fatto sapere Morisi, tesi sostenuta ancora solo ieri dal suo ex capo Matteo Salvini.

Ma secondo quanto riportato da parte di molte testate giornalistiche il suo abbandono repentino dalla grande responsabilità di curatore dei social di Salvini è già associato alla recente inchiesta.

La vicenda

A quanto sembra emergere, Morisi avrebbe ceduto droga a tre giovani, scoperti in possesso delle sostanze vietate a metà agosto:
Tre giovani vengono fermati e perquisiti. Nell'auto viene trovato un flacone di droga liquida. A questo punto i tre messi all'angolo indicano in Morisi il proprio fornitore. Ma sembra emergere un quadro indagatorio più importante, la perquisizione non sarebbe quindi un caso, bensì frutto dell'indagine degli inquirenti. Dopo il fermo e dopo che i tre hanno indicato in Morisi il fornitore delle sostanze, si procede con la perquisizione a casa di quest'ultimo, un cascinale fuori città, dove vengono trovate alcune dosi di una droga liquida tanto di moda purtroppo di questi tempi.
Le voci a suo carico del coinvolgimento in una indagine per droga sono state confermate solamente ieri in tarda serata, ma al momento restano ancora aperte molte domande.
La perquisizione risale a più di un mese fa, ma solo da alcuni giorni Morisi ha deciso di lasciare l'incarico di collaborazione iniziata con il premier della Lega nel lontano 2013.
Morisi aveva seguito Salvini al Ministero dell'Interno dove si era occupato fino al recente abbandono di comunicazione, anche tramite la "Bestia", il fantomatico meccanismo software in grado di analizzare in tempo reale gli umori degli utenti, dei loro commenti e delle reazioni ad un post. Che suggerirebbe i temi da calcare nel post successivo, quali paroli chiave usare per aizzare le folle digitali. Come moderare i toni, dalla dolcezza alla cattiveria. Un software miracoloso, capace di cavalcare le paure e le aspettative della gente. che aumenterebbe la viralità della comunicazione, il numero di reazioni, cavalcando le paure e le aspettative della folla.
Salvini cerca ovviamente in questi giorni di evitare l'argomento il più possibile.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала