Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Palma, eruzione vulcano Cumbre Vieja: La lava arriva al mare, autorità bloccano l’area costiera

© REUTERS / Borja SuarezСотрудник гражданской обороны и пожарный наблюдают, как горит дом из-за лавы в результате извержения вулкана в национальном парке Кумбре-Вьеха, в жилом районе на канарском острове Ла-Пальма
Сотрудник гражданской обороны и пожарный наблюдают, как горит дом из-за лавы в результате извержения вулкана в национальном парке Кумбре-Вьеха, в жилом районе на канарском острове Ла-Пальма - Sputnik Italia, 1920, 27.09.2021
Seguici su
Questa mattina, lunedì 27 settembre, le autorità della protezione civile hanno ordinato alla popolazione di un’area sulla costa orientale dell'isola di La Palma, di isolarsi mentre la lava che sgorga dal vulcano Cumbre Vieja si avvicina al mare.
La lava potrebbe toccare l'Oceano Atlantico nelle prossime ore, causando probabilmente esplosioni e la diffusione di nubi di gas tossici sull'isola, hanno avvertito questa mattina i servizi di emergenza delle Isole Canarie.
Per tale motivo agli abitanti delle zone costiere di San Borondon, Marina Alta e Baja e La Condesa, è stato ordinato di isolarsi.
"La popolazione dovrà seguire le indicazioni delle autorità e rimanere a casa con porte e finestre chiuse", hanno detto i servizi sul loro account Twitter.
L’eruzione del Cumbre Vieja era iniziata domenica 19 settembre e già il giorno dopo più di 5mila persone erano state evacuate dall’isola spagnola di La Palma, nell’arcipelago delle Canarie.
L’attività sul Cumbre Vieja, che in spagnolo significa ‘Cima Vecchia’, aveva esordito con uno sciame sismico iniziato ad avvertire dai sismografi già nella prima metà del mese.
La Cumbre Vieja de La Palma è uno dei complessi vulcanici più attivi delle Isole Canarie, da quando gli spagnoli giunsero sull’isola e si iniziò a tenere annotazioni dei fenomeni eruttivi, sono state registrate 7 eruzioni significative prima di questa, chiamate con i nomi dei crateri eruttivi che le hanno caratterizzate:
1470–1492, Montaña Quemada; 1585, Tajuya; 1646, Cratere San Martin; 1677, Cratere San Antonio; 1712, El Charco; 1949, Cratere Nambroque, Duraznero, Hoyo Negro e Llano del Banco; 1971, Cratere Teneguía.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала