Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La terza dose per tutti? Si deciderà in base alla curva del contagio, dice Palù

© REUTERS / Jon NazcaVaccino Pfizer-BioNTech
Vaccino Pfizer-BioNTech - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Seguici su
La terza dose è in fase di somministrazione e le prime 40 mila persone in Italia l'hanno già ricevuta. Prossimamente altre categorie la riceveranno.
La terza dose del vaccino contro il Covid-19 è già in fase di somministrazione per i fragili con patologie gravi e presto lo sarà anche per over 80 e per quanti risiedono nelle residenze per anziani, mentre la terza dose ai sanitari è stata rimandata a prossime valutazioni.
Ora interviene sull’argomento anche il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Piero Palù, il quale ha affermato come “gli studi sul campo stanno dimostrando che, dopo circa sei mesi, si assiste a un certo calo della risposta anticorpale e alla possibilità di infettarsi”, dice all’Adnkronos.
La risposta immunitaria cala nel tempo, un po’ come avviene per altri virus. Ad esempio chi è un soggetto anziano con patologie deve fare il vaccino antinfluenzale ogni anno perché gli anticorpi non durano in eterno.

Perché una terza dose?

Palù spiega che la grande maggioranza dei vaccini esistenti per altri tipi di virus “sono somministrati in tre dosi: la prima nei primi mesi o anni di vita, la seconda dopo un mese dalla prima dose e la terza a distanza di sei mesi”.
Avviene così per “poliomielite, difterite-tetano-pertosse sono previste quattro dosi, per morbillo, parotite e rosolia due dosi, per l’influenza il vaccino è stagionale”, racconta il presidente dell’Aifa.

Quando la terza dose per tutti?

Quando si deciderà per la somministrazione della terza dose per tutta la popolazione indistintamente? Palù spiega che questo “dipenderà dall’andamento della curva epidemica nel Paese, dalla circolazione globale del virus e dalla durata dell’immunità sia naturale sia artificialmente acquisita con la vaccinazione nei vari strati di popolazione”.

La campagna vaccinale procede

Intanto prosegue la campagna vaccinale: il 77,6% della popolazione sopra i 12 anni risultano essere vaccinati con doppia dose, rappresentando quindi ben oltre la maggioranza degli italiani. Mentre l’82,98% della popolazione over 12 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino.
42.136 persone attualmente hanno ricevuto la terza dose.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала