Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Francesco per la Giornata del migrante: ‘Porsi accanto a chi è più vulnerabile’

© Sputnik . Vladimir Astapkovich / Vai alla galleria fotograficaPapa Francesco
Papa Francesco - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Seguici su
Si celebra domenica 26 settembre la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, per la quale papa Francesco ha parole dense di significato inclusivo:
“È necessario camminare insieme, senza pregiudizi e senza paure, ponendosi accanto a chi è più vulnerabile: migranti, rifugiati, sfollati, vittime della tratta e abbandonati. Siamo chiamati a costruire un mondo sempre più inclusivo, che non escluda nessuno”, ha detto al termine dell’Angelus a da piazza San Pietro.
Francesco ha quindi salutato le comunità etniche rappresentate in piazza da rifugiati e persone scappate da guerre, orrori e chiusure applicate nei rispettivi paesi di provenienza.
Poi papa Francesco, prima di salutare tutti i presenti e di benedirli, ha invitato i fedeli e non che erano in piazza San Pietro a soffermarsi sull’opera d’arte lì presente:
“Vi invito a avvicinarvi a quel monumento là: la barca con i migranti, e a soffermarvi sullo sguardo di quelle persone e a cogliere in quello sguardo la speranza che oggi ha ogni migrante di ricominciare a vivere. Andate là, vedete quel monumento. Non chiudiamo le porte alla loro speranza”.
Infine Francesco ha ricordato l’eruzione del vulcano nell’Isola La Palma, dove migliaia di persone sono state evacuate dalle loro case e sono ormai centinaia le case inghiottite dalla lava.
Luciana Lamorgese, ministra dell'Interno - Sputnik Italia, 1920, 25.09.2021
Lamorgese: il patto Ue sui migranti contiene punti "inaccettabili"
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала