Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Elezioni in Germania: testa a testa tra Cdu-Csu e Spd, ma centrodestra senza Merkel perde voti

© REUTERS / Fabrizio BenschElezioni generali tedesche, il 26 settembre del 2021
Elezioni generali tedesche, il 26 settembre del 2021 - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Seguici su
Oggi in Germania si decidono le sorti del nuovo governo, dopo che la cancelliera uscente Angela Merkel ha deciso di non candidarsi e di ritirarsi dalla politica.
Secondo gli exit poll di ARD, le due principali forze politiche in Germania - il Partito Socialdemocratico (Spd) e il blocco centrista Unione Cristiano Democratica/Unione Cristiano Sociale (Cdu/Csu) sono testa a testa col 25% ciascuno.
Intanto i Verdi sarebbero la terza forza politica con il 15% dei voti, mentre la destra euroscettica di AfD è quarta con il 12%, mentre al 5° posto ci sono i liberali dell'Fdp completa con l'11% e solo 6° la sinistra radicale di Die Linke con il 5%.
Intanto secondo gli exit poll di ZDF, la Spd dovrebbe essere la prima forza politica in Germania con il 25,8% dei voti, mentre il blocco Cdu/Csu è attualmente secondo con il 24,2 %. Finora questo è il peggior risultato per l'alleanza centrista dalle elezioni del 1949.
Commentando i primi exit poll, il segretario generale della Cdu Paul Ziemiak ha espresso perplessità e prudenza.
"È un testa a testa. Sarà una lunga notte elettorale. Non si può dire chi sarà avanti", ha detto, aggiungendo che la coalizione "Giamaica" tra Cdu/Csu, Liberal-democratici e Verdi potrebbe essere possibile.
Il leader della Cdu Armin Laschet ha affermato che il suo partito farà tutto ciò che è in suo potere "per formare un governo federale guidato dall'Unione".
Nel corso della giornata i liberali dell'Fdp hanno fatto sapere di essere disponibili ad una coalizione "giamaicana" con i centristi Cdu-Csu ed i Verdi. Anche Robert Habeck, co-leader dei Verdi tedeschi, ha dichiarato oggi in un'intervista post-voto di essere ottimista sull'ingresso del suo partito nel prossimo governo di coalizione.
"Abbiamo buone possibilità di entrare nel governo, ma non siamo riusciti ad ottenere la cancelliera", ha detto all'emittente pubblica ZDF.
A sua volta il segretario generale della Spd Lars Klingbeil ha dichiarato che il suo partito "ha il mandato" di formare il governo.
"L'Spd ha il mandato di governare. Vogliamo che Olaf Scholz sia cancelliere", ha detto Klingbeil poco dopo la pubblicazione degli exit poll.
Finora gli exit poll suggeriscono che l'alleanza Cdu/Csu e la sinistra radicale di Die Linke perderanno parte dei loro seggi nel Bundestag, mentre i Verdi e l'Spd aumenteranno la loro presenza in Parlamento.
Oggi si sono svolte le elezioni per il Bundestag tedesco. In base ai risultati del voto odierno, nascerà un nuovo governo con un mandato di 4 anni e sarà nominato un cancelliere, che sostituirà Angela Merkel, da 16 anni di fila alla guida del governo tedesco.
Nelle elezioni del Bundestag del 2017, la Cdu di Angela Merkel ottenne il 26,8%, la Csu bavarese il 6,2% (totale alleanza centrista Cdu/Csu 33%), l'Spd iò 20,5%, "Alternativa per la Germania" il 12,6%, i liberali dell'Fdp il 10,7%, la sinistra radicale Die Linke il 9,2%, i Verdi l'8,9%.
Vista su Cremlino e ministero degli Esteri russo - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Cremlino auspica nella fedeltà della Germania del dopo Merkel agli accordi di Minsk
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала