Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Italia vince i Mondiali di Pasticceria

© AFP 2021 / Vincenzo PintoCreazione Pasquale di Lucio Fontana
Creazione Pasquale di Lucio Fontana  - Sputnik Italia, 1920, 26.09.2021
Seguici su
Lorenzo Puca, Massimo Pica e Andrea Restuccia guidati dal "tecnico" Alessandro Dalmasso hanno vinto il terzo titolo mondiale per l'Italia su dodici mondiali disputati a partire dal 1997.
Si sa, dopo un pasto succulento la tradizione vuole anche un dessert. Così, dopo un anno indimenticabile (in tutti i sensi) per l'Italia, abbiamo vinto anche questo Mondiale di Pasticceria, grazie ai ragazzi del team azzurro. Lo riporta la Repubblica.
È la terza volta dal 1997 per la nostra nazionale.
La loro creazione non è certo una cosa banale, dato che si tratta di una scultura di zucchero di 165 cm di altezza, scolpita a regola d'arte, corredata da una pièce della stessa altezza al cioccolato.
Hanno superato le altre dieci squadre in campo, davanti a Giappone e Francia, portando alla vetta la posizione della pasticceria italiana nel mondo.
Nel 2019 l'Italia aveva strappato un terzo posto. Ora è prima.
Svizzera che si aggiudica il premio alla sostenibilità e Cile quello per lo spirito di squadra.
Nel dettaglio i nostri campioni sono:
Lorenzo Puca, il capitano, e lo scultore.
Andrea Restuccia, esperto di sculture di ghiaccio ad aiutare il capitano nell'opera. ( A regolamento quest'anno non vi era la sua disciplina, quella delle sculture di ghiaccio, si è messo così allo zucchero).
Massimo Pica, new entry milanese, mago del cioccolato.
Allenatore-preparatore tecnico e guida Alessandro Dalmasso, presidente del Club della Coupe du Monde de la Pâtisserie, Selezione Italia.
Dato che la filosofia del nuovo presidente Pierre Hermé, che prende il posto del fondatore della competizione Gabriel Paillasson, è quella di promuovere la figura del pasticcere di ristorante e la collaborazione tra chef e pasticcere, quest'anno si è visto sostituire al dessert da piatto un dessert da ristorante appunto.
Per questa speciale e importante categoria è stata creata una giuria ad hoc, composta da cinque pastry chef e tre chef: Sébastien Vauxion, Brandon Dehan, Jordi Roca, Eunji Lee, Glenn Viel, Sang Hoon Degeimbre, Dominique Crenn e l’italiano Giuseppe Amato del ristorante La Pergola di Roma (tre stelle Michelin).
Il nostro team ha creato i propri dolci-opere d'arte in meno di dieci ore.
Il Mondiale dal 1987 si svolge al salone della ristorazione di Lione, il Sirah, e per l’Italia questo è il terzo titolo dopo i successi del 1997 e del 2015 quando alla guida degli azzurri vi era Iginio Massari.
Caratteristica importante di questa edizione è stato il focus sulla sostenibilità: vietati additivi, coloranti, il tanto usato, e famoso, biossido di titanio, e le polveri glitter.
Dolci quindi sì capolavori, in tutti sensi, ma anche sicuri per la salute e sostenibili.
Bravi campioni!
Dolci, buonissimi - Sputnik Italia, 1920, 08.09.2020
Storica pasticceria Cavalletti di Roma chiude definitivamente: addio al millefoglie
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала