Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Armi abbandonate in Afghanistan: Lavrov rileva la leggerezza Usa durante "frettoloso ritiro"

© Sputnik . Ministero Esteri russo / Vai alla galleria fotograficaSergey Lavrov
Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 25.09.2021
Seguici su
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha espresso le sue osservazioni durante una conferenza stampa prima del suo discorso alla 76esima sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Sergey Lavrov ha espresso critiche sul ritiro frettoloso delle truppe statunitensi e della Nato dall'Afghanistan, sostenendo che si è concretizzato senza un'accurata analisi delle conseguenze e alla fine nel Paese asiatico è rimasto un gran numero di armi e mezzi militari abbandonati.
"Tutti dobbiamo assicurarci che queste armi non siano utilizzate per scopi non costruttivi", ha osservato Lavrov.
Il ministro degli Esteri russo ha affermato che Mosca non è al corrente di discorsi sul riconoscimento internazionale dei talebani*, notando che la Russia non ha ricevuto alcuna richiesta dal gruppo al potere a Kabul per nominare un ambasciatore.
Lavrov ha anche notato che il governo provvisorio formato dai talebani in Afghanistan non rappresenta correttamente "l'intero quadro della società afghana" sotto il punto di vista "etnico, religioso e politico".
Ha anche detto che la Russia sosterrà la "determinazione" dei talebani per combattere il Daesh* ed altre formazioni terroristiche.

Ritiro Usa e Nato dall'Afghanistan e talebani al potere

All'inizio di agosto, i talebani hanno intensificato la loro offensiva contro le forze governative afghane, riuscendo, il 15 agosto, ad entrare nella capitale Kabul e proclamare, il giorno successivo, la fine della guerra.
Nelle ultime due settimane di agosto, dall'aeroporto di Kabul, la cui sicurezza era di responsabilità dei militari americani, c'è stata un'evacuazione di massa di cittadini occidentali e degli afghani che avevano collaborato con gli occidentali. La notte del 31 agosto, gli ultimi soldati statunitensi hanno lasciato l'aeroporto di Kabul, ponendo fine alla quasi ventennale presenza militare in Afghanistan. Il 6 settembre, i talebani hanno annunciato che il Panjshir, l'ultima delle 34 province afghane ancora non sotto controllo talebano, era passata sotto il loro controllo, dopo combattimenti con la resistenza locale. Il giorno successivo è stata annunciata dal movimento islamista la formazione del governo ad interim.
* Organizzazione terroristica estremista illegale in Russia e molto altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала