Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, il no del ministero ai test salivari per il Green Pass

© AP Photo / Elise AmendolaTampone al coronavirus
Tampone al coronavirus - Sputnik Italia, 1920, 24.09.2021
Seguici su
L'ultima circolare del ministero della Salute chiarisce che l'esame non potrà sostituire il tampone oro/faringeo per il Green Pass. Per le scuole ed Rsa, ok a screening con test molecolari su campione salivare.
I test antigenici salivari non possono essere alternativi ai tamponi oro/faringei ai fini del Green Pass. Lo chiarisce il ministero della Salute con l'ultima circolare 'Aggiornamento delle indicazioni sull’impiego dei test salivari per il rilevamento dell’infezione da SARS-CoV2’, riferita in particolare alla circolazione del coronavirus nelle scuole.
I test antigenici su matrice salivare non raggiungono i livelli minimi accettabili di sensibilità e specificità. Pertanto, sono al momento esclusi dall'elenco comune europeo dei test antigenici rapidi validi per ottenere la Certificazione verde COVID-19, si legge nella circolare.

Screening nelle scuole

Nelle scuole è preso in considerazione l'utilizzo dei test molecolari su campioni salivari, almeno in una prima fase di avviamento degli screening previsti dal Piano di monitoraggio scolastico. Inoltre, potrebbero essere ammessi nelle Rsa per anziani, disabili e sanitari.
La circolare non esclude, per quanto riguarda lo screening nelle scuole, che la raccolta salivare possa avvenire anche con modalità di auto-prelievo a domicilio da parte dei genitori/tutori, seguendo un preventivo iter formativo per il conseguimento della necessaria confidenza con i dispositivi di raccolta.
Anche in questo caso, i test antigenici rapidi su saliva non sono invece al momento raccomandati.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала