Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Whirlpool, gli esiti del tavolo al MISE: procedura di licenziamento sospesa fino al 15 ottobre

© Foto : CgilManifestazione Whirlpool Napoli a Roma 27 maggio 2021
Manifestazione Whirlpool Napoli a Roma 27 maggio 2021 - Sputnik Italia, 1920, 23.09.2021
Seguici su
L'azienda accoglie la richiesta del ministro Giorgetti di sospendere i licenziamenti per approfondire il dossier. Fissato il prossimo incontro al Mise il 28 settembre.
Whirlpool accetta la richiesta del Mise e sospende temporaneamente la procedura di licenziamento degli oltre 300 lavoratori dello stabilimento di Napoli. La nuova deadline è fissata per il 15 ottobre.
"Accogliamo la richiesta del ministero, l'azienda estende la procedura fino a metà di ottobre in cambio di un'agenda serrata di incontri per discutere della transizione della persone e di trasferimenti eventuali degli asset", ha affermato Whirlpool nell'incontro al Mise tra sindacati, azienda e governo, secondo quanto riferisce Ansa.
Subito dopo l'assemblea di Confindustria il ministro Giancarlo Giorgetti ha partecipato al tavolo al Mise con azienda e rappresentanti dei lavoratori, così come richiesto dai sindacati nella riunione del 16 settembre.
Una nota del Mise conferma la volontà dell'azienda di sospendere la procedura fino a metà ottobre per valutare la proposta di Invitalia per il rilancio del sito di Napoli, a fronte di impegni precisi da parte di tutti.

"Lo sforzo del governo è trovare una prospettiva seria - ha detto Giorgetti - di riconversione industriale. Vale la pena approfondire questo progetto. Ringrazio l'azienda e i sindacati per la disponibilità ad esaminare il percorso presentato oggi".

Nel corso della riunione il ministro aveva infatti chiesto all'azienda di favorire la possibilità di approfondire il dossier che ha sottolineato essere "complesso e ambizioso", ipotizzando una sospensione limitata dei licenziamenti.
"I consorzianti sono persone serie e da parte di tutti è doveroso verificare che il progetto possa camminare sulle proprie gambe", ha aggiunto.
Il viceministro Alessandra Todde, che ha seguito sempre personalmente la vertenza Whirlpool, ha riconvocato il tavolo al Mise per il 28 settembre per continuare il confronto tra le parti per garantire il rilancio dello stabilimento campano.
"Il risultato ottenuto oggi al tavolo Whirlpool è merito di un lungo lavoro di mediazione tra le parti portato avanti dal Mise e dal Lavoro", commenta Todde, specificando che il un progetto di reindustrialiazzione portato avanti da Invitalia "seppur da approfondire e da concretizzare mostra già delle buone fondamenta". "Ho lavorato molto - prosegue - su questa vertenza e per porre le condizioni al risultato di oggi".
Per i prossimi giorni è stata concordata la definizione di un calendario di confronti tecnici.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала