Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministro degli Esteri cinese sollecita il G20 a revocare sanzioni unilaterali contro l'Afghanistan

© AP Photo / Ng Han GuanIl ministro degli Esteri cinese Wang Yi
Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi - Sputnik Italia, 1920, 23.09.2021
Seguici su
La diplomazia cinese ha messo in evidenza la necessità di alleviare le sofferenze della popolazione afghana.
Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha esortato gli Stati membri del G20 a revocare le sanzioni unilaterali contro l'Afghanistan e a smettere di utilizzare le riserve valutarie di Kabul come strumento di pressione.
Il diplomatico ha espresso la posizione di Pechino durante l'incontro virtuale dei ministri degli esteri del G20, svoltosi a margine della sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.
"Diverse sanzioni o restrizioni unilaterali nei confronti dell'Afghanistan dovrebbero essere revocate il prima possibile. Le riserve valutarie dell'Afghanistan sono beni nazionali che dovrebbero appartenere e essere utilizzate dalla gente, non possono essere prese come merce di scambio per esercitare pressioni politiche sull'Afghanistan", ha riferito Wang.
L'Afghanistan avrà bisogno dell'assistenza finanziaria della comunità internazionale per ripristinare la pace e garantire l'ulteriore sviluppo del Paese a medio e lungo termine, ha aggiunto il capo della dipomazia cinese.
"La Cina esorta gli Stati membri del G20 ad adottare misure pratiche attive per aiutare l'Afghanistan ad alleviare l'attuale pressione sulla liquidità", ha affermato ancora Wang.
L'alto diplomatico cinese ha sottolineato la necessità di alleviare le sofferenze del popolo afghano, invitando le istituzioni finanziarie internazionali, tra cui la Banca mondiale, a ripristinare quanto prima il normale utilizzo dei conti bancari del governo afghano, a fornire fondi e assistenza economica alla nazione per ridurre la povertà, raggiungere uno sviluppo sostenibile, garantire mezzi di sussistenza e sviluppare infrastrutture nel Paese.

La presa di potere dei talebani in Afghanistan

Lo scorso 15 di agosto i talebani* sono entrati a Kabul e hanno annunciato la fine della guerra durata oltre 20 anni. L'ultima provincia a resistere all'offensiva talebana, il Panjshir, si è arresa il 6 settembre.
I talebani hanno quindi formato un governo ad interim con al vertice Mohammad Hasan Akhund, che ha servito come ministro degli esteri durante il primo governo talebano del 1996-2001.
*Organizzazione terroristica estremista illegale in Russia ed altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала