Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Sileri: "Terza dose per tutti? Lo dirà la scienza"

© AP Photo / Andrew MedichiniPierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 23.09.2021
Seguici su
Verosimile la terza dose per tutti, ma sarà il monitoraggio a dare il campanello d'allarme. Sul Green Pass, Sileri si è detto favorevole per l'obbligo in Parlamento, mentre, per il vaccino agli under 12, al momento manca l'approvazione degli enti regolatori.
Terza dose per tutti? Verosimile, ma sarà la scienza a stabilire quando andrà fatta. Così il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, è intervenuto ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.
Sileri ha ricordato che la somministrazione della terza dose è stata avviata "con coloro per i quali la scienza ha già dimostrato che l’immunità con due dosi di vaccino è appena sufficiente", dunque pazienti oncologici, trapiantati o dializzati.
Successivamente, toccherà a "coloro per i quali la scienza dimostra che l’immunocompetenza non consente una protezione a lungo termine", come i più anziani. Poi sarà la volta del personale sanitario, più esposto al rischio contagi.
Vaccinazione  - Sputnik Italia, 1920, 22.09.2021
Popoli (Aifa): “La terza dose ai fragili. Meno anticorpi non significa aver perso le difese"
Per quanto riguarda il resto della popolazione, Sileri ritiene probabile che l'immunità si riduca nel tempo, ma questo "ce lo dirà la scienza". Sarà il monitoraggio, che avviene continuamente in tutti i Paesi, a lanciare il campanello di allarme, qualora dovessero verificarsi infezioni in gruppi di persone vaccinate, per fascia d'età o patologie.

"Quelli saranno coloro che indicheranno a tutti gli altri la necessità di un richiamo vaccinale. - spiega Sileri - Che questo avvenga a 9-10-12 mesi dalla seconda dose ce lo dirà la scienza, ma è verosimile che ci sarà un richiamo. Questo non significa terza dose a tutti dal mese di ottobre, si è partiti con una categoria e poi si monitora tutto il resto. La scienza ci darà, categoria per categoria, i tempi per le altre fasce di popolazione”.

Green Pass in Parlamento

"Se le persone, per andare in ufficio, hanno il dovere del Green Pass, anche i parlamentari lo hanno", ha detto Sileri, specificando che i parlamentari "per primi avremmo dovuto vaccinarci e avere il Green Pass, perché dobbiamo dare l’esempio".

Il sottosegretario alla Salute ha affermato che è "doveroso che vi sia anche alle Camere il Green Pass obbligatorio".

Vaccino agli under 12

Sileri ha ricordato che, al momento, gli enti regolatori non hanno ancora approvato il vaccino per gli under 21. Quando lo faranno, "vuol dire che avremo un vaccino sicuro e utile per quella fascia d’età e a quel punto io lo consiglierei".

"Al momento però - ha aggiunto - questa approvazione non c’è, quindi è una discussione che dobbiamo lasciare alla scienza”.

Mascherina al chiuso

La mascherina al chiuso è al momento una giusta precauzione. Sileri ha infatti spiegato che “è possibile che con l’arrivo dell’autunno e con la ripresa di tutte le attività vi sia una recrudescenza dei casi, nuove varianti possono generarsi.
Tuttavia, è "evidente però che più avanti, con l’aumento della copertura vaccinale e con il Green Pass, potranno essere rimosse mascherine e distanza", ma "non è una cosa che può essere fatta domani". "Intanto raggiungiamo il 90% della copertura vaccinale”, conclude.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала