Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Salvini: "Io sono free-vax, adesso basta con le tifoserie"

© AP Photo / Andrew MedichiniMatteo Salvini
Matteo Salvini  - Sputnik Italia, 1920, 23.09.2021
Seguici su
Il leader della Lega per la libertà di coscienza sui vaccini, chiede allo Stato di farsi carico degli eventuali effetti avversi: "Non posso importi di firmare che se ti succede qualcosa, affari tuoi".
Tra no-vax e sì-vax, Matteo Salvini sceglie la terza via e si proclama free-vax. "Io sono per la libertà, sono free-vax. Ognuno della sua salute è libero di occuparsi come vuole. Io ho fatto una scelta libera e consapevole e mi sono vaccinato, però adesso smettiamola con le tifoserie. Stiamo parlando di salute", ha detto Salvini ai giornalisti da Caraffa di Catanzaro, commentando le dichiarazioni del candidato sindaco di Milano Bernardo, che non esclude assessori no-vax in giunta.
"Io sono orgoglioso che la Lega lasci libertà di coscienza e di voto su temi delicati e importanti come salute e lavoro", ha proseguito il leader leghista, sottolineando la differenza con "altri che per ipocrisia stanno zitti, noi siamo un movimento che ha milioni di sostenitori, ha migliaia di amministratori, dove fortunatamente c'è dibattito e discussione".
"Stiamo vivendo veramente un periodo cupo dove c'è il pensiero unico", aggiunge.
Ricorda, inoltre, che la salute e il lavoro sono diritti fondamentali e lo Stato non può escludere milioni di italiani dalla vita sociale, arrivando a togliere lo stipendio a chi è sprovvisto di Green Pass. Due sono le richieste in merito: tamponi gratuiti e copertura degli eventuali effetti avversi.

"La domanda che abbiamo fatto, senza avere finora risposta, è questa: io ti impongo un vaccino che salva la vita, perché evita la forma più grave. Ci sono, in alcuni casi, pochi o tanti lo valuteremo negli anni, delle reazioni avverse. Se io ti impongo qualcosa, ti devo anche garantire che se qualcosa non funziona, la responsabilità è mia. Non posso importi di firmare che se ti succede qualcosa, affari tuoi. Per convincere, non serve l'obbligo o i licenziamenti, ma lo Stato dovrebe dire: 'Garantisco io'. Questo metterebbe tranquilli tutti e 60 milioni di italiani", afferma Salvini.

Sui nuovi ingressi nella Lega, Matteo Salvini ha assicurato che non c'è una "campagna acquisti", "ma se ieri 200 amministratori locali, non sono andato a cercarli, hanno detto vogliamo aiutare la Lega nel suo percorso di crescita, va bene. Oggi è entrato un parlamentare di Iv, 4 consiglieri regionali in Sicilia", ha aggiunto.
"Io non vado a cercare nessuno, ma se qualcuno mi dice apprezziamo il nuovo corso della Lega, la coerenza e le battaglie della Lega, poi l'importante è che rimangano nel centro destra", ha aggiunto, commentando i malumori di Forza Italia per il passaggio degli azzurri al Carroccio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала