Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caso Saman, il ministro Cartabia firma la richiesta di estradizione per i genitori

© REUTERS / Pool / Guglielmo MangiapaneMarta Cartabia, ministra della Giustizia
Marta Cartabia, ministra della Giustizia - Sputnik Italia, 1920, 23.09.2021
Seguici su
Il padre e la madre di Saman sono iscritti nel registro degli indagati per l'omicidio della figlia, che si era opposta ad un eventuale matrimonio combinato.
La ministra della Giustizia, Marta Cartabia, ricevuta dagli uffici la traduzione di tutti gli atti della pratica, ha apposto la propria firma sulle domande di estradizione per i genitori di Saman Abbas.
I due documenti sono stati immediatamente trasmessi alle autorità di Islamabad, che dovranno ora prendere una decisione.

I genitori di Saman Abbas sono indagati per l'omicidio della figlia e sono stati inseriti nell'elenco dei ricercati internazionali dall'Interpol.

Nella giornata di ieri, lo zio della ragazza, Danish Hasnain, è stato arrestato dagli uomini della Gendarmeria francese, alla periferia di Parigi, tradito e riconosciuto da un neo che ha sul volto, in quanto sprovvisto di documenti al momento del fermo.
I militari francesi, che hanno agito nell'ambito di una collaborazione internazionale con i Carabinieri di Reggio Emilia, hanno fatto irruzione in un appartamento della periferia parigina, dove lo zio della ragazza si trovava con alcuni connazionali, estranei alla vicenda.
Evacuata la Tour Eiffel: allarme bomba - Sputnik Italia, 1920, 22.09.2021
Caso Saman Abbas, svolta vicina: bloccato in Francia lo zio in fuga

La ricostruzione dell'omicidio di Saman

Gli investigatori ipotizzano che la ragazza sia stata uccisa dai suoi stessi familiari, i quali non accettavano che la ragazza avesse una relazione che impediva loro di imporle un matrimonio combinato con un connazionale, un disonore secondo la famiglia.
La ragazza era tornata a casa, abbandonando la comunità dove viveva da quattro mesi, sempre secondo gli inquirenti, per riprendere i propri documenti. Voleva scappare, presumibilmente con il fidanzato.
Lo zio è ritenuto dagli investigatori l'esecutore materiale del delitto della giovane pachistana.
A suo carico, la testimonianza del fratello della ragazza, minorenne, il quale ha messo a verbale che lo zio avrebbe strangolato Saman.
Vi è inoltre un video che ritrae lo zio, con i due cugini, vicino al casolare della campagna reggiana, dove la giovane viveva con i genitori, con pala e piede di porco.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала