Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ita: "Retribuzioni offensive ed inaccettabili", Navaid pronta alla battaglia legale

© Foto : NavaidManifestazione NavAid
Manifestazione NavAid - Sputnik Italia, 1920, 22.09.2021
Seguici su
Durante l'audizione alla commissione Trasporti della Camera, Altavilla ha garantito che le retribuzioni dei dipendenti Ita siano "assolutamente allineate" a quelle di Alitalia.
L'Associazione Nazionale del Personale Navigante del Trasporto Aereo (Navaid) smentisce le affermazioni di Alfredo Altavilla rilasciate alla Commissione Trasporti, denunciando tagli alle retribuzioni fino al 55% e la firma di un contratto capestro per il personale navigante.
"Di fatto, Italia Trasporto Aereo non solo non rispetta in alcun modo il CCNL, non solo propone stipendi offensivi al personale più qualificato del trasporto aereo italiano, ma, in fase di firma di un contratto capestro, il navigante non sa nemmeno quale sarà il suo vero stipendio, in quanto sub iudice", scrive Navaid in una nota.

"L'unica certezza - prosegue il comunicato - è che queste retribuzioni sono offensive ed inaccettabili, prevedendo tagli del 55%, così come la parte normativa che, solo a titolo di esempio, assegna al navigante solo 19 giorni di ferie all'anno, di cui solo 6 nel periodo maggio-settembre!".

Navaid assicura che la "lotta dei lavoratori continuerà senza soluzione di continuità" e definisce "assolutamente falso" quanto dichiarato stamattina alla Camera dal presidente di Ita Altavilla, sulle retribuzioni perfettamente allineate a quelle di Alitalia.

"Smentiamo categoricamente anche che il regolamento aziendale ricalchi il contratto collettivo nazionale del Lavoro, sia, nella forma che nella sostanza, delle voci retributive che della normativa", aggiunge Navaid, che annuncia battaglia legale.

È stato "dato mandato agli studi legali di studiare tutto il fascicolo Alitalia e ITA, - viene riferito - preparandoci quindi ad un'interminabile battaglia legale su tutti i fronti, nei confronti di tutti gli attori, nessuno escluso, compresi gli enti che dovrebbero vigilare e rilasciare le autorizzazioni che sono responsabili o corresponsabili di questo disastro politico, economico ed industriale".
In base ad alcune stime, rese note mercoledì 22 settembre da Adnkronos, gli stipendi del personale di volo Ita saranno abbattuti fino al 50%, non solo rispetto alla vecchia compagnia Alitalia, ma anche alle straniere Air France e Lufthansa e a law costo come Ryan Air ed Easy Jet.

La protesta dei sindacati di base

I lavoratori Alitalia hanno manifestato questa mattina a Fiumicino, al grido di "lavoro, lavoro e contratto, contratto". Il corteo si è svolto normalmente lungo le strade di accesso all'aerostazione, effettuando alcune soste davanti ai terminal T1 e T3.
Alcuni momenti di tensione si sono verificati quando una ventina di manifestanti si è seduta per protesta sul marciapiede davanti all'ingresso dell'aerostazione, presidiata dalle forze dell'ordine. Altri hanno cominciato a battere con le mani sulla vetrata del terminal per cercare di richiamare l'attenzione dei passeggeri.
La protesta non ha avuto ripercussioni sull'operatività dell'aeroporto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала