Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli scienziati russi propongono un nuovo sistema di monitoraggio dell'aria

© AFP 2021 / GREG BAKER“Blocchi e misure, lo smog diventa un caso politico” è il titolo del Corriere della Sera
“Blocchi e misure, lo smog diventa un caso politico” è il titolo del Corriere della Sera - Sputnik Italia, 1920, 22.09.2021
Seguici su
Gli scienziati dell'università statale di Tjumen (TjumGU), nel quadro di un team scientifico internazionale, hanno inventato un nuovo sistema di monitoraggio dettagliato del clima urbano e della qualità dell'aria.
Secondo le parole degli autori, il nuovo sistema aiuterà ad organizzare il monitoraggio della qualità dell'ambiente nelle piccole città dove non ci sono grandi centri meteorologici, ma c'è un problema di inquinamento atmosferico. La ricerca è stata pubblicata su Environmental Science & Policy.
Situazioni critiche con la qualità dell'ambiente si presentano in condizioni di scarsa miscelazione dell'aria, ovvero quando nell'atmosfera si concentrano sostanze nocive e polveri.
Queste sono condizioni che i modelli di monitoraggio statistico classici non affrontano bene. In tali situazioni sono necessari un approccio esteso e completamente integrato e modelli con dettagli fino a diversi metri.
Gli specialisti della TjumGU, con i colleghi di altri paesi, hanno elaborato un approccio per una valutazione più dettagliata della qualità dell'ambiente nelle città.
Una delle caratteristiche fondamentali del nuovo sistema è la capacità di lavorare ''su richiesta''.
Se nelle grandi città ci sono fondi per organizzare il monitoraggio e la previsione continua della qualità dell'aria, nelle piccole città, invece, dove i problemi possono anche essere seri, non vi sono tali opportunità.
Secondo gli scienziati, anche le carenze del solito approccio diventano particolarmente evidenti quando si pone il compito di un'analisi dettagliata della qualità dell'ambiente nelle piccole città.
I modelli utilizzati dall'Organizzazione Meteorologica Mondiale, incluso il Centro Idrometeorologico Russo, non forniscono informazioni con dettagli inferiori a diverse decine di chilometri. Pertanto, le informazioni sulla qualità dell'aria negli insediamenti possono essere imprecise o non disponibili affatto.

"La miscelazione dell'aria in realtà non sottosta alle statistiche che utilizzano i modelli di qualità dell'aria nelle città esistenti. In situazioni critiche, ciò può portare ad interpretazioni errate e azioni errate da parte dell'amministrazione e dei cittadini ", ha affermato Igor Ezau, professore -ricercatore capo presso il Nansen Center for Environmental and Remote Sensing.

I ricercatori hanno inventato tecnologie che utilizzano gli stessi principi dei modelli di previsione meteorologica, capaci unicamente di calcolare i movimenti dell'aria, ma in modo molto più dettagliato. Gli autori hanno condotto una simulazione per la cittadina di Apatity, nel nord della Russia: un modello con una risoluzione dettagliata ha mostrato che una nube diffusa di inquinamento ricopre la città, mentre il modello convenzionale mostra che l'inquinamento verrà spazzato via dalla città.

''La partecipazione dell'Università statale di Tjumen a quest'area di ricerca apre l'opportunità di studiare i problemi socio-ecologici del nord di Tjumen a un nuovo livello qualitativo e di testare i nostri sviluppi. Attualmente stiamo analizzando lo stato dell'ambiente nella città di Nadym. Questo studio ci aiuterà ad acquisire una comprensione più profonda dei fattori ambientali chiave che garantiscono la qualità della vita delle persone che vivono nelle dure condizioni naturali e climatiche del nord russo. Tutto ciò è diventato possibile nell'ambito dell'attuazione della sovvenzione internazionale congiunta 'Spazi urbani aperti come fattore per garantire lo sviluppo sostenibile nell'Artico, nel contesto del cambiamento climatico', sostenuta per la parte russa dalla Fondazione russa per la ricerca di base'', - ha affermato Roman Fedorov, primo ricercatore del dipartimento accademico di criosofia del Centro internazionale di criologia e criosofia dell'Università statale di Tjumen.

Gli scienziati hanno messo in evidenza il fatto che il monitoraggio della qualità dell'aria fa parte del programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo umano sostenibile, a fronte delle risorse limitate del nostro pianeta. Per il raggiungimento di questi obiettivi, l'Organizzazione Meteorologica Mondiale sta attivamente sviluppando una direzione per creare un approccio esteso e integrato in modo completo alla valutazione ambientale dettagliata.
Allo studio hanno preso parte anche scienziati dell'Università statale di Mosca Lomonosov, dell'Istituo di Fisica Atmosferica RAN, dell'Istituto sulla Criosfera Terrestre SB RAS, oltre a specialisti provenienti da Norvegia, Finlandia e dall'Organizzazione meteorologica mondiale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала