Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Di Maio: “Credo molto nell’alleanza con il Pd. Salvini con il piede in due scarpe, ambiguo”

© Facebook / Luigi Di MaioLuigi Di Maio è in missione in Qatar
Luigi Di Maio è in missione in Qatar  - Sputnik Italia, 1920, 22.09.2021
Seguici su
Il ministro degli Esteri si dedica alla politica interna e al lavoro dell’esecutivo e resta impegnato a New York tra l’Assemblea Onu, la riunione ministeriale sull’Afghanistan e l’iniziativa sulla Libia.
Giornate fittissime di impegni, riunioni e meeting bilaterali, quelle del ministro degli Esteri Luigi DIiMaio, che da New York, dove è in corso l’Assemblea generale delle Nazioni unite, però, non perde l’occasione per parlare anche di politica interna.
"Credo molto in questa alleanza col Pd, mi sono speso molto per l'iniziare le alleanze nelle comunali, l'obiettivo è arrivare al 2023 insieme e presentarci insieme per un progetto di Paese".
Il capo della diplomazia italiana ha parlato ad “Accordi e disaccordi”, sottolineando di essere “orgoglioso” dell’intesa per le amministrative con i Dem a Napoli e Bologna.
Poi ha dedicato anche una battuta al leader della Lega Matteo Salvini: "Salvini deve capire che se vuole tenere un piede in due scarpe risulta ambiguo".
Per Di Maio, nella Lega “c'è la parte che governa - non solo chi è nel governo, anche i governatori Massimiliano Fedriga, Luca Zaia, ma anche i sindaci - che amministra grandi responsabilità e in questo momento sta tenendo la barra dritta sul green pass. E poi c'è un'altra parte della Lega che sta strizzando l'occhio sia ai No Vax, sia ha paura di perdere voti nei confronti di Fratelli d'Italia".

All’Onu tra Afghanistan e Libia

Nel frattempo a New York, Di Maio tesse le fila della politica estera italiana e lavora per il G20 straordinario sull’Afghanistan dove sembra che si avvicini un’intesa.
Mentre il ministro è impegnato nella ministeriale a margine della riunione Onu, il premier Mario Draghi ha sentito il presidente russo Vladimir Putin, e il summit potrebbe essere convocato già nei prossimi giorni.
"La situazione in Afghanistan è la più attuale testimonianza dell'esigenza di risposte coordinate e
coese a sfide complesse", ha detto con un videomessaggio alla Conferenza delle Accademie Nazionali dei Paesi del G20.

"L'Italia, come presidente del G20, ritiene che questo foro sia una piattaforma importante per coadiuvare gli sforzi della comunità internazionale, con l'Onu in prima fila, nella definizione di un approccio condiviso ed efficace per affrontare questa crisi".
Di Maio ha anche copresieduto con i ministri di Francia e Germania, la riunione sulla Libia, nel corso della quale è stato ribadito, nelle parole del capo della diplomazia tedesca Heiko Maas, che le elezioni legislative devono tenersi il 24 dicembre, senza ritardi.

Bilaterali con India e Emirati

Sempre a New York Di Maio ha incontrato l’omologo indiano Subrahmanyam Jaishankar: il colloquio si è concentrato sulla situazione in Afghanistan, sul rilancio del partenariato bilaterale, sulla base del Piano d'azione adottato nel 2020 e sui "seguiti della Commissione economica mista", secondo quanto ha riferito la Farnesina.
Sempre a New York il ministro ha incontrato il titolare dell’Industria degli Emirati arabi uniti, Sultan Ahmad Al Jaber, con cui ha parlato del rilancio del partenariato con gli Emirati e delle relazioni economico-commerciali bilaterali attraverso Expo 2020.
Di Maio ha incontrato anche l'Alto commissario Onu per i rifugiati Filippo Grandi con cui ha discusso l'attuale strategia in Afghanistan. E con il segretario della Nato Jens Stoltenberg per la collaborazione nella Nato e la "riflessione strategica sul futuro" dell'Alleanza.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала