Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

NaturaSì pagherà di tasca propria i tamponi dei lavoratori no-vax

© Sputnik . Evgeny UtkinGreen Pass, controlli alla stazione ferroviaria di Milano
Green Pass, controlli alla stazione ferroviaria di Milano - Sputnik Italia, 1920, 21.09.2021
Seguici su
NaturaSì al fianco dei no-vax, in vista dell’obbligatorietà di presentare il green pass a partire dal 15 ottobre prossimo, l’azienda ha reso noto che pagherà di tasca propria i tamponi ai suoi lavoratori che non intendono vaccinarsi.
A informare i 1.650 dipendenti dell’azienda il presidente in persona Fabio Brescianin, secondo L’Economia del Corriere.
“Per garantire il rispetto delle nuove norme sul green pass, e permettere a tutti i lavoratori di svolgere la propria attività in azienda liberamente, siamo intenzionati a contribuire come gruppo al costo dei test previsti dalla legge”, così ha scritto ai dipendenti Fabio Brescacin, presidente di NaturaSì, come riportato dal quotidiano italiano.
Il presidente di NaturaSì ha pure aggiunto: “non vogliamo entrare nella polemica: la nostra azienda vuole garantire un aiuto ai nostri collaboratori. Per noi, come azienda del biologico italiano, in armonia con la nostra missione, sono validi tre principi fondamentali: il rispetto della salute delle persone e della Terra, il rispetto della libertà individuale, i diritti e la dignità dei lavoratori”.
Da giorni i sindacati chiedono al governo di non caricare sui lavoratori il costo dei tamponi che non intendono vaccinarsi, mentre chiedono una estensione dell’obbligo vaccinale a tutti gli italiani.
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 21.09.2021
Sileri sul green pass: probabile proroga dell'obbligo per gli operatori della sanità
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала