Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Draghi sui fondi del Pnrr: i criminali non si infiltreranno

© Presidenza del ConsiglioMario Draghi
Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 21.09.2021
Seguici su
Uno dei rischi dei fondi europei, che saranno distribuiti in Europa e in Italia, è che finiscano nelle mani sbagliate. Ma il presidente del Consiglio lancia l'avvertimento.
Conscio che “l’arrivo dei fondi del Next generation Eu è una grande sfida per tutti i Paesi europei e in particolare per l'Italia”, il presidente del Consiglio Mario Draghi afferma che “la credibilità delle nostre istituzioni ed il futuro della nostra economia dipendono dalla capacità di spendere bene e con onestà questi fondi”, ecco perché “l'Italia è determinata a prevenire e reprimere qualsiasi tentativo di frodi e infiltrazioni criminale a tutela dei cittadini, delle imprese e dell'Ue”. Lo ha scritto Draghi in un messaggio inviato al Law Enforcement Forum, promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza insieme ad Europol, in corso a Roma.
Per facilitare il contrasto alle attività criminali che vorranno infiltrarsi per partecipare alla “spartizione” dei fondi europei, Draghi afferma che sarà essenziale condividere le esperienze e le conoscenze investigative.
Quindi fa l’esempio del Gruppo di lavoro per il Covid-19 e scrive che esso “offre un ottimo esempio di collaborazione a livello europeo: il suo obiettivo era quello di monitorare i rischi che le restrizioni sanitarie determinate dalla pandemia e, in particolare, la chiusura prolungata di molte attività, ponevano per l'economia legale”.
Grazie all’azione del Gruppo, prosegue il premier Draghi, è stato possibile “arginare rischi di infiltrazioni durante l'emergenza e sono sicuro che questa esperienza sarà molto utile”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала