Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sindacato pescatori UILA: “La pesca sta morendo, perso oltre un quarto dei ricavi in un solo anno”

© Foto : Pixabay CC0Sardine al mercato del pesce
Sardine al mercato del pesce - Sputnik Italia, 1920, 20.09.2021
Seguici su
Sabato 18 settembre a Mazara del Vallo, a distanza di un anno dal sequestro dei 18 pescatori mazaresi in Libia, si è tenuto il convegno organizzato dalla UILA Pesca sul tema “Mediterraneo: il lavoro nella pesca, un patrimonio comune che rischia di sparire”. Il quadro del settore è preoccupante, ritengono, dati alla mano, gli organizzatori.
L’anniversario del sequestro dei pescatori di Mazara del Vallo, liberati il 17 dicembre 2020, dopo 108 giorni di prigionia in Libia per l’accusa di aver violato le acque territoriali di quel Paese, è stata l’occasione di un incontro per ricordare quel drammatico evento, il ruolo svolto dal sindacato a sostegno delle famiglie dei pescatori, come ha ricordato il segretario della UILA Pesca Sicilia, Tommaso Macaddino, e porgere un saluto alle famiglie, come hanno fatto il sindaco Salvatore Quinci e il vescovo di Mazara del Vallo monsignor Domenico Mogavero.
Ma è stata anche un’occasione per parlare delle prospettive per gli oltre 25.000 addetti del settore, pescatori e acquacoltori, che appaiono tutt’altro che rosee, ha spiegato Enrica Mammucari, segretaria generale UILA Pesca, nella sua relazione introduttiva che ha toccato anche i temi della sicurezza del lavoro in mare e le politiche dell’Unione europea in materia di pesca.
Il punto maggiormente sottolineato è stato quello dei dati che dimostrano una inquietante e costante tendenza: in 15-20 anni la flotta peschereccia si è ridotta del 20% e si sono persi ben 18.000 posti di lavoro. In un solo anno, 2020-2019, la produzione è calata del 26% e i ricavi del 28%.

“Per noi la pesca vale moltissimo”, ha detto la Mammucari “quanto vale per il paese? A noi sembra molto poco, così come c'è poca attenzione nei confronti di chi opera in questo settore. Basti pensare che, in Italia, la pesca non è neppure considerata come una attività usurante”.

Al dibattito che ne è conseguito, presieduto dal segretario generale della UILA Stefano Mantegazza, hanno partecipato esperti e rappresentanti di categoria. I lavori sono stati chiusi dal segretario generale della UIL Pierpaolo Bombardieri che ha confermato l'impegno del sindacato affinché non si abbassi la guardia sulla sicurezza dei lavoratori nel Mar Mediterraneo, e ha espresso la convinzione che il settore della pesca sia un asset strategico per la Sicilia e per il Paese.
Pescatori e sindacalisti si mobilitano nelle piazze siciliane per chiedere il rilascio immediato dei 18 marittimi fermati da 45 giorni a Bengasi - Sputnik Italia, 1920, 17.12.2020
Libia, liberati i 18 pescatori di Mazara del Vallo
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала