Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per Pregliasco terza dose importante in base all'esperienza di Israele

© REUTERS / Jon NazcaIniezione del vaccino
Iniezione del vaccino - Sputnik Italia, 1920, 20.09.2021
Seguici su
Il virologo e docente dell'Università Statale di Milano ha sostenuto che la priorità del richiamo deve essere data a "fragili ed esposti", dopodiché si vedrà se "accontentarci".
Il professore universitario e virologo Fabrizio Pregliasco ha commentato in un'intervista ad Adnkronos i risultati di una ricerca israeliana, in cui sono stati analizzati gli effetti immunizzanti della terza dose di vaccino. Per l'esperto i dati israeliani dicono che la terza dose è la strada giusta da intraprendere, almeno per chi ha maggior rischio di ammalarsi di Covid in forma grave.
"E' importante realizzare questa rivaccinazione, in particolare per i fragili e gli esposti", le parole di Pregliasco in commento alla ricerca israeliana pubblicata sul 'New England Journal of Medicine', secondo cui la terza dose ha alzato l'efficacia del vaccino fino al 95% anche per la temuta e contagiosa variante Delta.
Per capire se la terza dose andrà estesa per tutti, Pregliasco ha inviato ad aspettare quello che accadrà durante la stagione invernale, fermo restando che in ogni casi ci saranno delle distinzioni.
"Per ora sugli immunodepressi stiamo facendo la terza dose perché invece che 2 ne devono fare 3, e la terza come minimo a 28 giorni dalla seconda, per gli altri si tratta di un richiamo dai 6 mesi in poi".
Vaccino Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 20.09.2021
Vaccino Covid, terza dose ai nastri di partenza oggi
Pregliasco ha poi parlato del green pass, apprezzando la decisione del governo di estenderlo per tutti i lavoratori, dal momento che con questa misura la campagna vaccinale ha ottenuto nuove adesioni.
"Sono molto soddisfatto, veramente contento del boom di prenotazioni registrato dopo l'entrata in vigore dell'obbligo di Green pass al lavoro. Cominciamo a intercettare anche alcuni over 50 non vaccinati che è poi la fascia che ci interessa di più"., ha dichiarato il virologo, aggiungendo di essere contrario al tampone gratuito dal momento che è "un elemento importante della deterrenza".
Secondo gli ultimi dati, in Italia 82.410.009 sono le dosi di vaccino somministrate complessivamente ad oggi, mentre 40.997.762 persone (75,91% della popolazione over 12) hanno completato la vaccinazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала