Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Brescia: stalking e botte a coetanea, arrestato gruppo 15enni

CC0 / / Bullying
Bullying - Sputnik Italia, 1920, 20.09.2021
Seguici su
Il caso a Brescia. Indagate a vario titolo per percosse, lesioni e atti persecutori
I Carabinieri del Comando Provinciale di Brescia hanno dato esecuzione questa mattina ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale per i minorenni, su richiesta della Procura per i minorenni della città lombarda, nei confronti di un gruppo di alcune ragazze di poco superiori i quindici anni di età.
Dovranno rispondere tra l'altro, dei reati di percosse, lesioni e atti persecutori a danno di una loro coetanea.
Sette le adolescenti coinvolte nell'inchiesta, ma solo a quattro di queste è stato possibile applicare la misura cautelare, in quanto tre di esse sono minori di 14 anni, e quindi non imputabili.
Il tutto era nato con una brutale aggressione alla vittima, nei pressi di un parco cittadino, il San Polo, ad aprile scorso. La vittima era finita al centro delle attenzioni del gruppo per l'aver frequentato l'ex fidanzato di una di esse, divenendo così da tempo mira delle loro attenzioni sui social, palesate con varie minacce e ripetute molestie.
Il gruppo responsabile di tali attenzioni aveva anche provveduto a riprendere le proprie gesta, come spesso accade, condividendo sui profili instagram e whatsapp i video tra gli amici. Ad inchiodare le ragazzine, che si sono macchiate del reato di stalking e bullismo, sono stati proprio i loro profili social.
Una verrà affidata ad una comunità, le altre lasciate in affido ai propri genitori, con il divieto di uscire di casa se non per i dovuti contatti con l’ufficio dei servizi sociali minorili e la frequenza scolastica.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала