Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sex toys a Fiumicino: sequestrati vibratori cinesi e relative batterie, mancava l'etichetta europea

© SputnikAereo Alitalia in decollo dall'Aeroporto "Leonardo da Vinci" di Roma.
Aereo Alitalia in decollo dall'Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma. - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
Seguici su
All’aeroporto di Fiumicino sono giunti un paio di container pieni di giocattoli per adulti prodotti in Cina. Prevalentemente vibratori destinati ad una società italiana del settore, che li avrebbe poi rivenduti sul mercato attraverso i sexy-shop.
Purtroppo, le batterie del trastullo non presentavano il simbolo del cassonetto barrato e tanto è bastato a far dichiarare non conforme alla Direttva 2006/66/CE gli accumulatori. Nei giochi del piacere, invece, mancavano proprio le indicazioni previste per questo tipo di “giocattolo”.
Le batterie sequestrate sono state 18.292, mentre i sex toys, fatti in Cina, bloccati sono stati circa 11 mila.
L’Agenzia delle dogane, che ha effettuato i controlli, ha sequestrato tutto per la mancata conformità e ha anche comminato una piccantissima multa pari a 1 milione di euro, poiché, oltre alle difformità, la società importatrice è risultata non essere registrata al Registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала