Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Etiopia: Biden firmerà un ordine per le sanzioni contro le parti in conflitto nel Tigrè

© AP Photo / Evan VucciJoe Biden
Joe Biden - Sputnik Italia, 1920, 17.09.2021
Seguici su
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden firmerà, venerdì, un ordine che permetterà all'amministrazione di Washington di introdurre sanzioni nei confronti dei partecipanti al conflitto in corso nella regione etiope del Tigrè, ha affermato ai giornalisti un alto funzionario americano.
"Venerdì annunceremo che il presidente Biden ha approvato il nuovo ordine, che introduce un regime di sanzioni volte a rafforzare le pressioni contro le parti di questo conflitto, a indurle a sedersi a un tavolo per negoziare e, per quanto riguarda l'Eritrea, a ritirare le proprie forze" ha detto il funzionario.
Il funzionario ha anche spiegato che tale ordine permetterà all'amministrazione statunitense di applicare misure restrittive sia ad individui e organizzazioni direttamente coinvolti nel conflitto che a coloro che lo sostengono.

"Per ora non faremo nomi concreti, ma dichiareremo soltanto che il presidente ha firmato un provvedimento che permette al Dipartimento del Tesoro e al Dipartimento di Stato degli USA di applicare misure nei confronti di coloro che continuano a fomentare il conflitto" ha aggiunto il rappresentante delle autorità statunitensi.

Il funzionario ha affermato che ad oggi esiste "un rischio serio e crescente per la stabilità in Etiopia" e che le dinamiche attuali della situazione potrebbero avere delle conseguenze "catastrofiche" per il paese, che avranno impatto non solo sulla regione, ma anche sugli stati oltreconfine.
L'Etiopia settentrionale rimane l'epicentro del conflitto dal novembre 2020, quando le autorità etiopi hanno accusato il Fronte Popolare di Liberazione del Tigrè (TPFL), che ha dominato la vita politica del Paese per quasi tre decenni, di aver attaccato una base militare ed hanno lanciato un'operazione nelle regione. Le forze governative sono state sostenute dalla vicina Eritrea.
Tigrè, Etiopia - Sputnik Italia, 1920, 08.09.2021
Etiopia, oltre 100 civili rimasti uccisi nell'attacco dei ribelli del Tigrè - media
In primavera, le autorità etiopi avevano annunciato il ritiro delle truppe eritree dal Tigrè. A giugno, i ribelli nel Tigrè hanno occupato il centro amministrativo della regione, la città di Macallè, dopodiché il governo etiope ha annunciato un cessate il fuoco incondizionato.
Tuttavia, i ribelli, in seguito, hanno affermato di aver lanciato una nuova offensiva e stabilito il controllo su gran parte del Tigrè meridionale, mentre le autorità locali della confinante Regione degli Amara hanno riportato scontri tra i ribelli e le forze filo-governative.
All'inizio di agosto, gli Stati Uniti hanno esortato i separatisti del Tigrè a ritirare le loro truppe dalla Regione degli Amara.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала