Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caso Eitan, lo zio: "Probabilmente in Israele la settimana prossima

© AP Photo / Italian PolicePiemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone
Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone - Sputnik Italia, 1920, 17.09.2021
Seguici su
Gli zii di EItan sperano di poter rivedere il bambino, che attualmente si trova in Israele con i nonni materni.
Or Nirko, zio paterno di Eitan, partirà per Israele, Paese dove il bambino è stato portato con un volo privato dalla Svizzera, entro la entro la prossima settimana.
Ad affermarlo è il diretto interessato, che ha risposto alle domande dei giornalisti di fronte alla propria abitazione a Pavia.

"Non partiamo oggi per Israele, probabilmente la settimana prossima, forse martedì" ha chiarito.

Or, marito di Aya, zia e tutrice legale del bambino, ha chiarito che una volta giunti a destinazione, lui e sua moglie parteciperanno all'udienza fissata per il 29 settembre.
I legali israeliani di Aya hanno attivato la procedura della Convenzione dell'Aja sulla sottrazione internazionale di minori, per chiedere l'immediato rientro in Italia del bimbo.

Il sequestro di Eitan

La procura della Repubblica di Pavia ha iscritto nel registro degli indagati Shmuel Peleg, 58enne, nonno materno di Eitan Biran, e la sua ex moglie Etty Peleg per il sequestro del bimbo, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone.
Per la procura, i due sono indagati di sequestro di persona, aggravato dalla minore età del bambino (6 anni).
Stando alle ricostruzioni, l'uomo, con un’auto a noleggio, avrebbe raggiunto Lugano, in Svizzera, da dove si sarebbe imbarcato con il volo privato diretto in Israele.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала