Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Elezioni del nuovo Primo Ministro giapponese, il parlamento potrebbe riunirsi il 4 ottobre

© AFP 2021 / Yoshikazu TSUNOYoshihide Suga
Yoshihide Suga - Sputnik Italia, 1920, 16.09.2021
Seguici su
Il parlamento giapponese potrebbe convocare una sessione straordinaria per eleggere un nuovo Primo ministro il 4 ottobre, ha dichiarato stamane, giovedì 16 settembre, il segretario generale di gabinetto del Giappone Katsunobu Kato.
Il 3 settembre, il Primo ministro in carica Yoshihide Suga aveva annunciato la sua decisione di non ricandidarsi alla guida del Partito liberaldemocratico al potere, il che significa che lascerà anche il suo incarico di governo.
"Il 29 settembre il Partito Liberal Democratico eleggerà il suo nuovo capo. Il primo ministro Suga ha detto che non avrebbe preso parte al voto. Attualmente il governo sta discutendo la possibilità di tenere una sessione straordinaria del Parlamento per eleggere un primo ministro il 4 ottobre", ha detto Kato in una conferenza stampa.
In precedenza, Taro Kono, l'ex ministro degli esteri e della difesa giapponese, che attualmente ricopre il ruolo di ministro per le riforme amministrative, aveva dichiarato che si sarebbe candidato per la guida del Partito Liberal Democratico (LDP) al potere.
L'elezione del capo dell'LDP è prevista per il 29 settembre. Successivamente, il candidato dovrà essere votato alla Camera dei rappresentanti.
Anche l'ex ministro degli Esteri Fumio Kishida e l'ex ministro degli Interni Sanae Takaichi hanno espresso il desiderio di candidarsi. Secondo i sondaggi, Kono gode del più alto sostegno pubblico tra i candidati.

Il calo di consensi di Yoshihide Suga

Suga era stato capo segretario di gabinetto dell'allora primo ministro Shinzo Abe per più di sette anni, vincendo poi la corsa alla leadership del partito lo scorso anno contro Kishida e l'ex ministro della Difesa Shigeru Ishiba, divenendo capo del Governo il 16 settembre 2020, succedendo allo stesso Abe che si era dimesso per motivi di salute.
Suga aveva precedentemente annunciato la sua offerta per un secondo mandato come capo del partito, poiché il suo mandato attuale scade il 30 settembre. Tuttavia, un forte calo di consensi lo ha costretto a rinunciare al piano.
Prolungare lo stato di emergenza di COVID-19 a Tokyo e addirittura espanderlo per coprire 21 delle 47 prefetture del Giappone, mentre gli ospedali, nonostante le restrizioni e le chiusure, continuavano ad andare sempre più sotto pressione, ha comportato un calo di fiducia che ha consigliato il Primo ministro a desistere dal presentarsi ad ulteriori candidature.
Il tasso di approvazione per il suo governo era di oltre il 60 per cento all’atto del suo insediamento, diminuendo, tuttavia, gradatamente, ma inesorabilmente, fino a quasi dimezzarsi (31,8% secondo un sondaggio di Kyodo News) man mano che la crisi pandemica dimostrava la sua persistenza.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала