Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccini in Lazio, over 80 potranno prenotare la terza dose in farmacia

© Ministero della SaluteSomministrazione dei vaccini in Italia
Somministrazione dei vaccini in Italia - Sputnik Italia, 1920, 14.09.2021
Seguici su
Da lunedì 20 settembre partirà la somministrazione della terza dose per trapiantati e immunodepressi, successivamente toccherà agli ultraottantenni.
La regione Lazio consentirà agli ultraottantenni di prenotare la terza dose del vaccino anti-Covid in farmacia. Lo ha annunciato oggi l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, ai microfoni di Radio Anch'io su Rai Radio Uno.

La somministrazione della terza dose di vaccino inizierà lunedì 20 settembre per "trapiantati e immunodepressi", che "verranno contattati dalle strutture dove sono in carico", ha detto l'assessore.

Quando la vaccinazione "sarà aperta anche agli over 80, come sembra che sia, queste persone avranno la stessa metodologia per le prime due dosi, con la novità che potranno prenotarsi, nel Lazio, anche in farmacia", ha annunciato D'Amato.

Reclutamento dei trapiantati per la terza dose

La regione sta provvedendo al reclutamento dei trapiantati di organo solido, 5mila in tutto secondo i dati comunicati dall'assessore alla Salute. "Si stanno contattando uno per uno e si stanno calendarizzando gli appuntamenti", ha aggiunto, specificando che le somministrazioni partiranno non appena sarà disponibile il nuovo consenso informato e la circolare.

Le divisioni sulla terza dose in seno alla comunità scientifica

D'Amato ha specificato che sulla necessità di somministrare la terza dose vengono seguite "le indicazioni che ci vengono dell'autorità, l'Ema l'ha approvata e alcuni paesi come Israele hanno iniziato a fare i rischiami".
Il tema ha diviso la comunità scientifica, che deve ancora dare una valutazione definitiva sull'efficacia della terza dose come vaccino. L'assessore ha ribadito "l'autonomia della scienza e delle autorità regolatorie, non si fanno le terze dose perché lo chiedono le case farmaceutiche".

Green pass per i lavoratori

D'Amato è "favorevole all'estensione del Green Pass ai lavoratori del pubblico e del privato". "Il Green pass è uno strumento che ci sta consentendo, nel Lazio, di superare l'80% di vaccinazioni e di arrivare al 90%, una volta raggiunto l'obiettivo come ogni strumento può essere rimesso in discussione. Non è un fine - precisa - ma che invece deve essere quello di immunizzare".
La decisione è attesa per il prossimo CdM, che si terrà giovedì 16 settembre. Al vaglio la possibilità di estendere l'obbligo a tutti i lavoratori del pubblico e del privato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала