Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Portavoce delle Forze armate irachene: "Il ritiro delle unità militari USA prosegue secondo i piani"

© AP Photo / Maya AlleruzzoSoldati americani in Iraq
Soldati americani in Iraq - Sputnik Italia, 1920, 14.09.2021
Seguici su
Il ritiro delle unità militari statunitensi dall'Iraq prosege secondo i piani, al momento le forze della coalizione antiterroristica internazionale, guidata dagli USA, sono dispiegate solo su due siti iracheni, ha affermato a Sputnik il portavoce del Comando operativo delle Forze armate dell'Iraq, Tahsin Al-Khafaji.

"Il programma di ritiro (delle unità militari americane - ndr) procede secondo i piani. Abbiamo concordato che tutte le unità combattenti siano ritirate entro il 31 dicembre 2021", ha affermato al-Khafaji.

Secondo i dati del Comando operativo, al momento, le forze della coalizione internazionale sono dispiegate solo su due siti: in una "zona minuscola" alla base Ayn al Asad, situata nel Governatorato di Al Anbar, vicino al confine con la Siria, e all'aeroporto di Erbil, nel Kurdistan iracheno.
Al-Khafaji non ha specificato quanti soldati americani hanno già lasciato l'Iraq.

"La quantità di unità combattenti rimanenti è esigua. Non è importante il numero dei militari che hanno lasciato il Paese, ma il fatto che il ritiro delle truppe stia proseguendo. Ora la parte americana sta rispettando i termini dell'accordo e le decisioni prese nell'ambito del dialogo strategico", ha aggiunto il portavoce del Comando operativo delle Forze armate irachene.

Il 5 gennaio 2020, il Parlamento iracheno ha votato a maggioranza per il ritiro delle truppe straniere dal Paese e si è anche pronunciato a favore della revisione del formato di cooperazione con la coalizione internazionale antiterrorismo guidata dagli Stati Uniti. Queste misure sono state una risposta all'operazione statunitense presso l'aeroporto internazionale di Baghdad, a seguito della quale, nella notte del 3 gennaio dello stesso anno, il generale iraniano e comandante delle unità d'elite del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica iraniana Qassem Soleimani e il vicecomandante della milizia sciita irachena Abu Mahdi al-Muhandis rimasero uccisi. Dopo questi avvenimenti, la coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti ha restituito all'esercito iracheno diverse strutture in cui erano di stanza i militari americani, tra cui alcune basi aeree e il quartier generale della coalizione.
Nel luglio di quest'anno, Washington e Baghdad, al termine di una serie di incontri strategici, hanno rilasciato una dichiarazione, secondo cui gli Stati Uniti non parteciperanno alle operazioni militari in Iraq dopo il 31 dicembre 2021, sebbene continueranno a sostenere le forze di sicurezza irachene. La dichiarazione non contiene alcune informazioni concernenti il ritiro delle truppe americane dal Paese, nel quale, a luglio di quest'anno, si trovavano circa 2.500 soldati americani.
Militari dell esercito iracheno - Sputnik Italia, 1920, 30.08.2021
Kurdistan, Iraq e Turchia creano coordinamento congiunto per attacchi ad obbiettivi militari
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала