Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, Giorgetti: "Estendere l'obbligo a tutti i lavoratori"

© Sputnik . Anton DenisovIl visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 14.09.2021
Seguici su
Verso l'obbligo per i lavoratori delle aziende private il governo deciderà giovedì. Nel Cdm verranno anche stabilite le sanzioni per i trasgressori.
Il governo lavora per l'estensione dell'obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori del pubblico e delle società partecipate dallo Stato, tribunali e organi costituzionali. La misura riguarderà oltre 1,2 milioni di persone. Il disco verde è atteso questo giovedì nel CdM. Non è esclusa l'ipotesi di allargare la platea, includendo i lavoratori delle aziende private.
Lo ha fatto sapere lunedì il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, al termine di un incontro con gli imprenditori umbri ad Assisi.
"Quella di estendere il Green pass a tutti i lavoratori è un'ipotesi in discussione. L'esigenza delle aziende è di avere la sicurezza per chi opera nei reparti. Credo, quindi, che si andrà verso un'estensione senza discriminare nessuno", ha detto.
La linea di Giorgetti, condivisa dai governatori delle regioni del Nord, spezza l'incertezza di Matteo Salvini e spiana la strada del governo, che si muoverà per step su indicazione della cabina di regia.
L'obbligo scatterà da metà ottobre per i lavoratori del pubblico, per dare il tempo a chi non ha ancora avuto la prima dose. Sembra certa l'inclusione dei lavoratori dei settori dove il certificato è già richiesto ai clienti, come ristoranti, cinema, teatri, palestre. Non è invece stato sciolto il nodo del green pass per i trasporti pubblici. Resta da definire la tempistica per l'eventuale estensione ai privati.

I passi per l'estensione del Green pass

I tecnici del governo stanno ultimando la cornice di regole sul Green pass, nella quale saranno stabiliti i criteri per considerare, ai fini del pass, le aziende private che lavorano per il pubblico. L'ipotesi che circola è quella di un'estensione a due passi, uno per il pubblico e l'altro per il privato.
Sulla prima misura il leader del Carroccio ha già confermato un timido sì. Sull'estensione dell'obbligo ai lavoratori delle aziende private il presidente del Consiglio Mario Draghi dovrà fare un passaggio con i sindacati.
Il via libera dovrebbe arrivare dal Consiglio dei Ministri, che il premier riunirà giovedì 16 settembre. La seduta sarà preceduta da un vertice tra governo e i presidenti delle Regioni prima e poi da una cabina di regia tra Draghi e i rappresentanti delle forze politiche di maggioranza.

Sanzioni

Nel CdM verranno stabilite le sanzioni pecuniarie e amministrative per chi non ha il pass. Sarà applicata la stessa severità prevista per le scuole: multe da 400 ai 1000 euro e sospensione dal lavoro senza stipendio per chi supera i cinque giorni di assenza.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала