Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, Costa: "Togliere il tampone vuol dire introdurre l'obbligo vaccinale"

© Sputnik . Pavel Lisitsyn Vaccinazione
Vaccinazione  - Sputnik Italia, 1920, 14.09.2021
Seguici su
Per il sottosegretario alla Salute, la strada è quella del vaccino, con l'obiettivo di raggiungere il 90% di vaccinati, ed è favorevole all'estensione dell'obbligo di Green Pass.
Il sottosegretario alla Salute Adrea Costa è intervenuto ai microfoni di Cusano Italia Tv per parlare del Green Pass e, in particolare, dell'ipotesi sollevata nei giorni scorsi di rilasciare il certificato soltanto a chi è immunizzato.

"Ad oggi, sul tema del Green pass solo per vaccinati e guariti e il no al tampone non è aperta alcuna discussione politica, è un argomento molto delicato, perché il tampone garantisce un'equità di accesso ai cittadini al Green Pass, togliere il tampone significherebbe introdurre l'obbligo vaccinale", ha affermato Costa.

Dunque, finché non si parlerà di obbligo vaccinale si deve dare "l'opportunità ai cittadini di poter scegliere se effettuare il tampone per ottenere il Green Pass", ha precisato.
Tuttavia, "la strada del governo non è quella del tampone, ma del vaccino - ha aggiunto -, quindi tutte le iniziative che abbiamo intrapreso le abbiamo intraprese dandoci l'obiettivo di arrivare all'immunità".
Il riferimento è all'estensione dell'obbligo di Green Pass ai lavoratori del pubblico, su cui sta lavorando il governo e che potrebbe arrivare con il CdM di giovedì 16 settembre. Costa si è detto favorevole alla misura, necessaria per far tornare i lavoratori pubblici in presenza.
"Sono convinto che il Green pass possa e debba essere esteso ulteriormente, ad esempio ritengo che nella PA possa essere uno strumento importante per far tornare a lavorare tanti concittadini in presenza, nella consapevolezza che il lavoro in presenza significa relazioni, condividere il lavoro e dare servizi efficaci ed efficienti ai cittadini", ha affermato.
"Con la variante Delta bisognerà innalzare la quota di vaccinati al 90%, secondo me è un obiettivo raggiungibile", sottolinea.

I passi per l'estensione del Green pass

I tecnici del governo stanno ultimando la cornice di regole sul Green pass, nella quale saranno stabiliti i criteri per considerare, ai fini del pass, le aziende private che lavorano per il pubblico. L'ipotesi che circola è quella di un'estensione a due passi, uno per il pubblico e l'altro per il privato.
Sulla prima misura, il leader del Carroccio ha già confermato un timido sì. Sull'estensione dell'obbligo ai lavoratori delle aziende private, il presidente del Consiglio Mario Draghi dovrà fare un passaggio con i sindacati.
Il via libera dovrebbe arrivare dal Consiglio dei Ministri, che il premier riunirà giovedì 16 settembre. La seduta sarà preceduta da un vertice tra governo e i presidenti delle Regioni prima, e poi da una cabina di regia tra Draghi e i rappresentanti delle forze politiche di maggioranza.
Nel CdM, inoltre, verranno stabilite le sanzioni pecuniarie e amministrative per chi non ha il pass.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала