Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Di Maio incontra il vicepresidente della Libia: il 24 dicembre elezioni inclusive e nessun rinvio

© FotoIncontro alla Farnesina tra Di Maio e Al-Lafi
Incontro alla Farnesina tra Di Maio e Al-Lafi - Sputnik Italia, 1920, 14.09.2021
Seguici su
Il ministro degli Esteri ha ribadito l’importanza dell’appuntamento elettorale e ha confermato l’impegno italiano per il processo di riconciliazione intra-libica.
Non posticipare in alcun modo il voto del 24 dicembre, proseguire i negoziati di riconciliazione, mantenere e implementare l’accordo di cessate il fuoco in vigore e proseguire il ritiro di tutti i mercenari stranieri dalla Libia.
Sono questi i punti principali dell’incontro tra il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il vice presidente del Consiglio Presidenziale libico, Abdullah Al-Lafi, ricevuto oggi alla Farnesina.
Se da una parte Di Maio ha ribadito il sostegno e l’impegno convinto dell’Italia nel proseguire il percorso di stabilizzazione del Paese, il ministro ha anche ribadito la determinazione a collaborare con l'autorità ad interim e con tutte le articolazioni dello Stato libico per sostenere le prossime fasi del processo politico.
In particolare, Di Maio ha sottolineato l'importanza di assicurare lo svolgimento delle elezioni il 24 dicembre, al fine di assicurare alla Libia una prospettiva duratura di stabilizzazione e sviluppo, si legge in una nota.
In questo ambito, per il ministro degli Esteri è cruciale un approccio inclusivo e costruttivo di tutte le istituzioni libiche per la definizione di una “cornice legislativa e costituzionale condivisa” per lo svolgimento delle elezioni.

Riconciliazione e tregua

Gli altri punti discussi nell’incontro alla Farnesina sono quelli legati alla riconciliazione del Paese, alla tregua e alla partenza dei mercenari dalla Libia.
Di Maio ha confermato “l'impegno italiano a sostegno del processo di riconciliazione intra-libica, incluso nel Fezzan, esprimendo apprezzamento per gli sforzi profusi in questo ambito dal Consiglio Presidenziale e reiterando al contempo l'impegno dell'Italia per la stabilizzazione del Sud del Paese”.
Per Di Maio, inoltre, è importante raggiungere la piena attuazione dell'accordo sul cessate il fuoco, “a partire dal ritiro di tutti i combattenti e mercenari stranieri dal Paese”.
E che le iniziative sulla sicurezza della Libia siano coordinate e discusse “da tutti gli attori libici e ancorate al processo di Berlino”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала