Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Protesta notturna degli studenti davanti al Ministero dell’Istruzione: riapertura tra le macerie

© Foto : Marco MerliniCorteo di protesta del mondo della scuola
Corteo di protesta del mondo della scuola - Sputnik Italia, 1920, 13.09.2021
Seguici su
L’Unione degli Studenti la scorsa notte ha inscenato una manifestazione pacifica di protesta davanti la sede del Ministero dell’Istruzione portando striscioni e uno scatolo pieno di macerie per simboleggiare lo stato di salute della scuola italiana.
Secondo gli studenti, infatti, “la scuola riapre tra le macerie” come riporta l’agenzia Ansa. Una manifestazione di protesta a cui si associa, però, anche un piano di recupero della scuola.
Contrari ai banchi a rotelle e dopo il dibattito sulla didattica a distanza sì o no, “gli studenti e le studentesse non solo hanno bisogno di tornare a scuola in presenza ma anche in sicurezza”, scrive l’Unione degli Studenti.
Ed anche se il Ministero dell’Istruzione assicura di avere investito milioni nella ristrutturazione e ricostruzione delle scuole, gli studenti affermano che “i rappresentanti degli studenti conoscono bene i problemi delle scuole da anni”.
"Ci hanno lasciato una scuola in macerie, distrutta dai processi di aziendalizzazione e sottofinanziata, ora la ricostruiamo noi”, scrivono ancora gli studenti dell’organizzazione studentesca che vedono la necessità di “una riforma totale dell'istruzione, che sappia rinnovare la didattica e immaginare un nuovo modello di scuola inclusiva che sappia trasformare la società” attuale.
Intanto questa mattina è ripresa in presenza la scuola in molte regioni con la novità del green pass.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала