Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Portavoce dei talebani respinge rapporti secondo cui starebbero dando rifugio al leader di al-Qaeda

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaAfghanistan, Talebani*
Afghanistan, Talebani* - Sputnik Italia, 1920, 13.09.2021
Seguici su
I rapporti secondo cui il numero uno di al-Qaeda, Ayman al-Zawahiri, sarebbe ospitato dai talebani in Afghanistan sono falsi, ha detto a Sputnik Mohammad Naim, uno dei portavoce del movimento militante.
I talebani* hanno stabilito di fatto il controllo su quasi tutto l'Afghanistan il mese scorso dopo il crollo del governo di Kabul appoggiato dall'Occidente. I militanti avevano promesso a Russia, Stati Uniti e altri paesi che non avrebbero permesso ad al-Qaeda* e ad altri gruppi terroristi, di operare nei territori sotto il loro controllo. Recenti indiscrezioni di stampa sosterrebbero invece il contrario.
"Questa è una menzogna. Non ha nulla a che fare con la verità", ha detto Naim.
Domenica scorsa, Michael Morell, un analista dell'intelligence che è stato direttore della CIA di Barack Obama tra il 2011 e il 2013, aveva dichiarato a Face the Nation della CBS che l'intelligence statunitense crede che Zawahiri viva in Afghanistan.
"Pensiamo di sì, il che significa che i talebani danno rifugio a Zawahiri oggi. I talebani danno rifugio ad al-Qaeda oggi. E penso che questo sia un punto molto importante", ha detto il capo della CIA in pensione pur non circostanziando l'accusa.
France's Defence Minister Jean-Yves Le Drian attends a news conference with Malaysia's Defence Minister Hishammuddin Hussein (unseen) about Malaysia's proposed purchase of France's Rafale fighter jets in Kuala Lumpur, Malaysia, September 1, 2015. - Sputnik Italia, 1920, 12.09.2021
La situazione in Afghanistan
Francia dice no al riconoscimento del governo dei talebani in Afghanistan
Durante il fine settimana, secondo quanto riferito, Zawahiri sarebbe stato avvistato in un video pubblicato in occasione del 20° anniversario degli attacchi terroristici dell'11 settembre. Gli analisti dell'intelligence hanno tuttavia ipotizzato che il filmato non debba necessariamente essere recente e che potrebbe essere stato girato in qualsiasi momento dal febbraio 2020 e dalla firma dell'accordo USA-talebani a Doha sul ritiro delle forze statunitensi dall'Afghanistan.
A novembre dello scorso anno erano iniziate a circolare voci sulla morte del leader terrorista settantenne. Tuttavia, le agenzie di intelligence negli Stati Uniti e in altri paesi non hanno mai fornito alcuna prova concreta che fosse deceduto.
Zawahiri è stato il numero due di al-Qaeda per decenni sotto Osama bin Laden. Dopo la presunta liquidazione di bin Laden in un raid della US Navy SEAL in Pakistan, Zawahiri è diventato il leader del gruppo terroristico.
Al-Qaeda e le sue attività terroristiche internazionali sono state messe in ombra dall'ascesa di Daesh (ISIS)* a metà degli anni 2010 e dalla creazione di un "califfato" da parte di quest'ultimo gruppo in vaste aree della Siria e dell'Afghanistan. Tra il 2014 e il 2017, un'improbabile coalizione di forze tra cui Siria, Hezbollah libanesi, Russia, Iran insieme a Stati Uniti e milizie sciite irachene, hanno combattuto per liquidare il "califfato" di Daesh.
Afghanistan: le donne sostengono le politiche dei talebani all'università di Kabul - Sputnik Italia, 1920, 12.09.2021
La situazione in Afghanistan
Afghanistan: le donne sostengono le politiche dei talebani all'università di Kabul - Video
Siria, Iran, Hezbollah, le forze armate russe e altre nazioni e attori che combattono l'estremismo jihadista hanno ripetutamente accusato gli Stati Uniti, le sue nazioni del Golfo e altre potenze, di cooperare o sostenere in altro modo gruppi terroristici, tra cui la stessa al-Qaeda e il suo ramo siriano rinominato, 'Tahrir al-Sham'. All'inizio di quest'anno, Jim Jeffrey, l'ex inviato di Trump per la coalizione occidentale contro Daesh che si vantava di aver mentito al presidente sulla vera dimensione dell'impronta militare degli Stati Uniti in Siria, ha ammesso apertamente che gli Stati Uniti consideravano Tahrir al-Sham come "una risorsa" all'attuale strategia di Washington nel paese dilaniato dalla guerra.
L'impegno a non dare rifugio ad al-Qaeda era stato uno dei termini dell'accordo di pace tra Stati Uniti e talebani a Doha nel febbraio 2020, culminato nel caotico ritiro delle forze occidentali dall'Afghanistan il mese scorso.
I talebani continuano per altro a sostenere che gli Stati Uniti debbano ancora fornire prove concrete del fatto che Osama bin Laden fosse dietro gli attacchi dell'11 settembre, e che quelle stragi fossero solo servite a pretesto formale per un’invasione e occupazione già premeditata.
* Gruppi terroristici fuorilegge in Russia e in molti altri paesi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала