Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Minacce di morte dei talebani costringono pugile afghana a lasciare paese per continuare allenamenti

© AP Photo / Ramon EspinosaЖенский бокс на побережье в Гаване, Куба
Женский бокс на побережье в Гаване, Куба - Sputnik Italia, 1920, 12.09.2021
Seguici su
La campionessa afghana di pugilato leggero e membro della squadra nazionale femminile di pugilato, Seema Rezai, ha riferito di essere stata costretta a lasciare il paese dopo che i talebani l'hanno minacciata di morte se avesse continuato gli allenamenti di boxe.

"Quando i talebani* si sono impadroniti di Kabul a metà agosto, ero all'allenamento di boxe con il mio allenatore. Ma poi alcune persone hanno detto ai talebani che c'era una ragazza che si allena con un allenatore maschio, e mi hanno inviato un avvertimento scritto sulla necessità di smettere di allenarmi o continuare la boxe negli Stati Uniti, promettendomi che mi avrebbero uccisa se non avessi accetto le condizioni", ha detto Rezai.

Dopo questo avvertimento l'atleta 18 enne ha deciso di lasciare la sua patria in solitudine, senza la sua famiglia perché voleva continuare ad allenarsi come pugile. Rezai è partito per il Qatar con un volo di evacuazione e attualmente è in attesa di un visto per gli Stati Uniti, dove spera di continuare la sua carriera sportiva.
L'atleta ha notato che fare boxe in Afghanistan, anche sotto il precedente governo, era una grande sfida per una donna a causa dell'atteggiamento tradizionalmente negativo della società afgana verso la carriera sportiva delle donne. Per questo motivo, lei crede, le federazioni e il comitato olimpico afgano non hanno mai trovato i soldi per la partecipazione delle squadre femminili alle competizioni internazionali.
Rezai ha iniziato a boxare professionalmente all'età di 16 anni, ma a causa dell'atteggiamento negativo della sua famiglia verso il suo sport, è stato il suo allenatore a comprarle l'attrezzatura per l'allenamento.
Una donna afghana - Sputnik Italia, 1920, 11.09.2021
Afghanistan: Non bastano gli slogan, le donne vanno aiutate
*I talebani sono un'organizzazione terroristica vietata in Russia e in molte altre nazioni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала