Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli scienziati hanno scoperto il gene che stabilisce il colore del pelo nei gatti

Gatto soriano
Gatto soriano - Sputnik Italia, 1920, 12.09.2021
Seguici su
Il comportamento apparentemente asociale dei gatti non è l'unica caratteristica di questi felini che li rende così intriganti per gli umani. I loro tratti distintivi, che non sempre sembrano corrispondere a quelli dei genitori, è un altro aspetto affascinante.
Ovvero il fatto di vederli in tutti i colori e con le combinazioni più insolite. Alcuni hanno persino macchie a forma di baffi, mentre altri hanno facce bicolori, come se fossero disegnate da un artista. Ma cosa determina il colore del pelo nei gatti?
I ricercatori della Stanford University School of Medicine sono riusciti a identificare il gene responsabile dello sviluppo delle strisce e delle macchie che decorano la pelliccia felina.
"I modelli di colore sono uno di questi misteri biologici irrisolti; non esiste un organismo modello di riferimento per studiarlo: i topi non hanno strisce o macchie. I modelli di colore e la variabilità che vedi in animali come tigri, ghepardi e zebre hanno portato a porci delle domande: quali sono i meccanismi genetici e cellulari che danno origine a questi modelli e come sono stati alterati durante l'evoluzione dei mammiferi per dare origine alla sorprendente diversità di forme che vediamo oggi?” ha affermato Gregory Barsh, capo della ricerca.
Gli scienziati erano già riusciti a identificare un gene diverso che controlla la variazione del colore del mantello nei gatti tabby. Tuttavia, nei gatti domestici c'erano altri geni che determinavano il colore del pelo e fino ad ora non sapevano quali fossero.
Durante lo studio, i cui risultati sono stati pubblicati su Nature Communications, hanno trovato un indizio nel tessuto di un feto di gatto che sembrava annunciare il colore del mantello: un ispessimento del tessuto cutaneo in determinate aree.
"Queste regioni ispessite costituiscono un prepatron che imita gli eventuali modelli di colore nella pelliccia di un gatto adulto. L'area spessa segna le chiazze di pelo che in seguito saranno più scure; l'area sottile segna le chiazze che saranno più chiare", afferma il comunicato pubblicato sul portale dell’Ateneo.
Per questo, gli autori dello studio hanno monitorato l'attività dei geni a livello delle singole cellule nell'embrione dei gatti domestici e sono così riusciti a identificare il meccanismo con cui si formano macchie e strisce sulla pelle degli animali.
Mini Maialino tenta di curare il pelo di un gatto - Sputnik Italia, 1920, 28.02.2020
Mini Maialino tenta di curare il pelo di un gatto - Video
Il prepatron ha fornito ai ricercatori una sorta di mappa, poiché indicava le cellule coinvolte nella creazione del modello e quando si è formato. È così che hanno trovato il gene DKK4, rimasto attivo durante il processo.
Sebbene i ricercatori siano riusciti a capire di più sul processo di modellamento della pelliccia e anche a capire approssimativamente come funziona nei gatti a tinta unita, come i neri e i bianchi, c'è ancora molto da scoprire.
Finora, gli scienziati non sanno esattamente capito come DKK4 dipinge la varietà di modelli di pellicce nei gatti domestici, ma sanno che DKK4 interagisce con una classe di proteine chiamate WNT, che sono cruciali nelle prime fasi dello sviluppo.
"WNT e DKK4 aiutano a formare un prepatron quando gli embrioni sono lunghi solo due o tre millimetri, settimane prima che il pigmento venga prodotto nei capelli. DKK4 è coinvolto nella marcatura di aree che alla fine avranno peli pigmentati scuri", ha osservato Barsh.
Кот президента Билла Клинтона Сокс смотрит на трибуну в зале для брифингов Белого дома в Вашингтоне - Sputnik Italia, 1920, 08.08.2021
Giornata mondiale del gatto: l'amico a quattro zampe che rende la vita migliore
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала