Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Iran, preoccupazione per "l'intervento straniero in Afghanistan"

Bandiera iraniana - Sputnik Italia, 1920, 09.09.2021
Seguici su
Sia i talebani che il Pakistan hanno negato le accuse, secondo cui droni e personale di terra pakistano avrebbero fornito assistenza militare al gruppo islamista nella provincia del Panjshir.
Il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian ha esortato i partecipanti a un incontro sull'Afghanistan, sponsorizzato dal Pakistan, ad astenersi dall'utilizzare la "forza militare", sullo sfondo delle notizie, secondo cui Islamabad avrebbe fornito supporto aereo e terrestre ai talebani* contro la Resistenza nazionale Forze del Fronte (NRF) nella provincia del Panjshir.
All'incontro virtuale sull'Afghanistan hanno partecipato anche i ministri degli esteri di Cina, Uzbekistan, Turkmenistan e Tagikistan.
Come riportato da Saeed Khatibzadeh, il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, il capo della diplomazia di Teheran ha anche espresso preoccupazione per le prospettive di un "intervento straniero" in Afghanistan e si è scagliato contro l'occupazione statunitense ventennale della nazione dell'Asia meridionale.

I combattimenti nel Panjshir

Secondo quanto riferito, diversi funzionari afghani hanno affermato che le posizioni della NRF nel Panjshir, la provincia nord-occidentale che i talebani devono ancora catturare completamente, sono state attaccate da droni pakistani questa settimana.
I combattenti talebani hanno lanciato una massiccia offensiva per conquistare la roccaforte dell'opposizione, ma la NRF ha affermato di essere stata in grado di respingere il gruppo militante islamista e di controllare ancora le “posizioni strategiche” nella valle del Panjshir.
Il leader della NRF, Ahmad Massoud, ha anche denunciato l'uso di "mercenari stranieri" da parte dei talebani nel Panjshir, in una dichiarazione rilasciata il 6 settembre, il giorno dopo che due dei massimi leader del movimento sono stati uccisi durante i combattimenti.
Quel giorno Teheran aveva fatto sapere che avrebbe indagato sulle affermazioni di "intervento straniero".
Le accuse secondo cui il Pakistan starebbe fornendo supporto militare ai talebani sono emerse solo pochi giorni dopo che il tenente generale Faiz Hameed, capo dell'agenzia Inter-Services Intelligence (ISI) del Pakistan, ha fatto la sua prima visita pubblica in Afghanistan, dopo che Kabul è stata conquistata dai talebani il 15 agosto.

L'appello al dialogo intra-afghano

All'incontro di mercoledì, il ministro degli Esteri iraniano ha anche chiesto la formazione di un "governo inclusivo che rifletta la diversità e la volontà del popolo afghano" e ha sostenuto un "dialogo intra-afghano".
L'incontro è stato organizzato appena un giorno dopo che i talebani hanno annunciato il loro governo provvisorio di 33 membri in Afghanistan, che secondo molti osservatori in tutto il mondo includerebbe estremisti islamici in posizioni chiave.
Il nuovo governo ha almeno sei ministri sanzionati dalle Nazioni Unite per presunti legami terroristici.
Il nuovo ministro dell'Interno Sirajuddin Haqqani è a capo della rete Haqqani dell'Organizzazione terroristica straniera (FTO) e ha una taglia di 10 milioni di dollari sulla sua testa.
*Organizzazione terroristica estremista illegale in Russia ed in altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала