Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Autostrade risponde al Ct della nazionale Mancini: "Venga a visitare i cantieri di persona"

Roberto Mancini scruta il futuro, sarà azzurro?
Roberto Mancini scruta il futuro, sarà azzurro? - Sputnik Italia, 1920, 09.09.2021
Seguici su
È polemica tra Aspi e il tecnico della nazionale azzurra per i cantieri autostradali in Liguria.
Con una nota su Instagram, Autostrade per l'Italia ha risposto alla storia pubblicata su Instagram dal CT che, dopo essere incappato in uno dei lavori sulla rete autostradale ligure, aveva commentato l'accaduto, pubblicando un video del cantiere corredato da un eloquente "vergognatevi".
Aspi, rispondendo in prima persona alle accuse, ha chiarito che i siti erano stati annunciati e segnalati:
"L'informazione della chiusura, inserita anche come previsione nella home page del nostro sito, è stata sempre esposta in modo evidente sui pannelli luminosi in avvicinamento al tratto interessato, sia dalla A7 che dalla A26", si legge nel posto
Facendo i complimenti per l'ampio successo sulla Lituania, Autostrade per l'Italia ha quindi invitato il tecnico a visitare i cantieri di persona:

"Dentro quelle gallerie lavorano ogni giorno e notte centinaia di uomini e donne che danno il massimo per rispettare i tempi di consegna. Le andrebbe di venire a conoscerli? Saremmo infatti lieti di invitarla a fare un sopralluogo dentro questi cantieri. Troverà tanta passione e impegno, oltre che accesi tifosi suoi e della Nazionale che, invece che vergognarsi, la accoglieranno in modo affettuoso. Che ne pensa? La aspettiamo!"

L'azienda ha quindi concluso la propria comunicazione, confermando il proprio impegno a "migliorare ancora di più l'informazione di servizio":
"I nostri tecnici e operai stanno facendo sforzi inauditi per portare avanti un lavoro che non è visibile a chi viaggia, ma che consiste nella completa ristrutturazione delle gallerie per allungarne la durata di decine di anni. Uno sforzo che comporta inevitabili disagi, che noi per primi vorremmo evitare a viaggiatori e cittadini, ma che è necessario per ammodernare le infrastrutture di questo Paese, che risalgono in larga parte agli anni '60/'70".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала